Crescita e nuovi posti di lavoro: dalla ricerca all'impresa - Tuttoggi

Crescita e nuovi posti di lavoro: dalla ricerca all’impresa

Redazione

Crescita e nuovi posti di lavoro: dalla ricerca all’impresa

Giornata conclusiva a Perugia del forum Esg89 su Umbria e Marche
venerdì, 15/11/2019 - 09:36

Condividi su:


Crescita e nuovi posti di lavoro: dalla ricerca all’impresa

Terza e ultima giornata dell’edizione 2019 del Glocal Economic Forum “La società, l’economia, il valore dei territori. Umbria e Marche, scenari economici futuri e sinergici”. Ad introdurre il focus di venerdì 15 novembre, Franco Cotana, professore ordinario del dipartimento di Ingegneria dell’Università di Perugia, dal tema  “L’imprenditore contemporaneo, la sfida dei prossimi anni” dedicato alle nuove generazioni di imprenditori di Umbria e Marche.

La sessione mattutina

Manca una simbiosi tra ricerca ed imprenditoria – spiega Cotana –. Il nostro Paese ha tra le maggiori produzioni scientifiche al mondo per ricercatore in termini di articoli scientifici, oltre 50mila (circa il doppio di quella degli Stati Uniti), ma ha il triste primato in fatto di poca tutela intellettuale, come i brevetti. Se solo un 2% in più, dei brevetti depositati fossero sfruttati, il Pil europeo e italiano aumenterebbe del 16% (dati Euipo Ufficio europeo per a Proprietà Intellettuale)”. In un contesto economico globalizzato e a rapidissima innovazione tecnologica, l’invenzione di un’azienda rappresenta un vantaggio competitivo da tutelare. Studi della Epo (European Patent Office) mostrano come le Pmi proprietarie dei diritti di proprietà intellettuale hanno entrate superiori del 28% per dipendente e pagano ai dipendenti una retribuzione del 20% superiore rispetto ai non proprietari. L’Università degli Studi di Perugia ha 22 brevetti, quella di Oxford 4.500.

 “Uno studio sul technology transfer office di Oxford – conclude Cotana – rivela che tale attività, avviata una decina di anni fa, relativa al solo Ateneo inglese, ha generato nel raggio di 100 km un valore aggiunto lordo di 2,6 miliardi di sterline e oltre 2mila posti di lavoro qualificato. Insomma, tutelare la proprietà intellettuale crea ricchezza nel Paese”.

Gli ospiti

Tra i protagonisti della sessione mattutina del 15 novembre, coordinato da Giovanni Giorgetti, Ceo di ESG89, e Aurelio Forcignanò, dirigente e manager, saranno Claudio Pettinari, Rettore dell’Università di Camerino, Gianluca Pesarini, presidente Confindustria Macerata, Paolo Bazzica, Presidente sezione Foligno Confindustria Umbria, Antonello Marcucci di Umbriagroup spa e i rappresentanti di alcune importanti realtà economiche del territorio. Racconteranno la loro storia da imprenditori: Enrico Bastianelli di BpCube srl, Manuel Boccolini di Manini Prefabbricati spa, Cristina Colaiacovo di Colacem spa, Fabiana Filippi della nota casa di moda, Federico Maccari di Entroterra spa, Andrea Marcantonini di MCT Italy srl, Gianni Meneghini, vice presidente Fornaci Briziarelli Marsciano spa, Elia Metelli di Luigi Metelli spa e Pietro Straccia di Straccia Packaging srl.

Expo Dubai 2020

Giovedì è stato anche l’occasione per lanciare un altro appuntamento importante per Umbria e Marche: la prima edizione del Blue Green Region Economic Forum ESG89 – Marche ed Umbria nel mercato globale – direction Dubai 2020 che, il 29 novembre, si terrà a Recanati. L’iniziativa, patrocinata dall’Ambasciata degli Emirati Arabi Uniti in Italia, nasce dal progetto di ESG89 Group e da un’idea del suo Comitato Scientifico per connettere sempre di più le due regioni, creando una più coesa forza economica, culturale e sociale.

Una sinergia che è ancora più attuale – spiega Giovanni Giorgetti, Ceo di Esg89 – a seguito del processo di Globalizzazione che rende indispensabili nuove collaborazioni al fine di creare crescita economica e sviluppo sostenibile. Inoltre, l’internazionalizzazione è tema sempre più centrale nelle politiche economiche degli Stati e le aziende si confrontano con i mercati esteri puntando sempre di più ad uno sviluppo al di là dei confini nazionali”.


Condividi su:


Aggiungi un commento