CREDENTI E NON CREDENTI, NELL'ERA DEL WEB. CORRADO AUGIAS NE DISCUTE CON VINCENZO PAGLIA IL 10 APRILE AD ASSISI - Tuttoggi

CREDENTI E NON CREDENTI, NELL'ERA DEL WEB. CORRADO AUGIAS NE DISCUTE CON VINCENZO PAGLIA IL 10 APRILE AD ASSISI

Redazione

CREDENTI E NON CREDENTI, NELL'ERA DEL WEB. CORRADO AUGIAS NE DISCUTE CON VINCENZO PAGLIA IL 10 APRILE AD ASSISI

Gio, 31/03/2011 - 17:43

Condividi su:


Corrado Augias e il vescovo di Terni Vincenzo Paglia saranno al centro di un dialogo che si svolgerà il 10 aprile ad Assisi, a conclusione dell'iniziativa nazionale “Il web dei gentili”, per un confronto dialettico tra credenti e non credenti, nel contesto del web.

“Se Dio manca, se si prescinde da Dio, se Dio è assente, manca la bussola per mostrare l’insieme di tutte le relazioni per trovare la strada, l’orientamento dove andare”: con queste parole papa Benedetto XVI ha aperto il convegno di Roma del dicembre 2009 dal titolo “Dio oggi, senza di Lui o con Lui tutto cambia”, organizzato dal Progetto Culturale della Cei.

A distanza di quasi due anni è stata varata il 12 febbraio scorso a Bologna un’altra iniziativa del Pontificio Consiglio della Cultura: il “Cortile dei Gentili”, metafora del dialogo tra credenti e non credenti, con un convegno cui erano presenti tra gli altri il card. Ravasi, Massimo Cacciari e Augusto Barbera.
La Rivista San Francesco e l’associazione culturale Oicos, erano presenti a quell’incontro ed in virtù delle attività svolte da tempo on line da entrambe i soggetti, si sono unite in un progetto che ponesse quelle problematiche nell’ambiente che oggi è il condiviso Cortile in cui si incontrano sia i Gentili che i credenti. Da questa riflessione, raccogliendo l'invito di mons. Ravasi, nasce: “Il Web dei Gentili”

Il palinsesto degli incontri e dei contributi online del Web dei Gentili, entra ed esce dal virtuale per riprodurre tematiche antiche nelle forme che la contemporaneità impone. Forme che sembrerebbero superare i canoni classici di spazio e tempo, consentendo la condivisione e la partecipazione degli utenti in rete ad eventi organizzati contemporaneamente in luoghi geograficamente distanti (gli incontri nelle tre città italiane di cui si riferisce nel programma). Sarà possibile partecipare a dibattiti su queste tematiche svoltisi nel passato e per l’occasione raccolti in una collana di link a video e testi frutto della ricerca e navigazione in Internet (confronto Ratzinger-Habermas-Ruini, dialogo Scalfari-Martini, confronto Blair-Hitechns), si potranno infine esprimere i propri convincimenti ed opinioni affidandoli alla rete dei siti web e dei social media (Facebook ed altri) in cui operano sia la Rivista San Francesco, l’associazione Oicos e la gemella AttivaMente.

Quello di Assisi è l'ultimo dei tre incontri previsti nel programma dell'iniziativa, che sarà a Roma venerdì 8 aprile, con il confronto tra Giacomo Marramao e Roberto Della Rocca preso l’Istituto di Istruzione Superiore Jean Piaget; a Venezia sabato 9 aprile alle ore 17 presso il Teatro dei Frari, dove Enrico Berti dialogherà con Mario Ruggenin; infine ad Assisi domenica 10 aprile alle ore 18,30 Corrado Augias dialogherà con mons. Vincenzo Paglia.

Tutti gli incontri e lo stesso del 12 febbraio di Bologna, verranno successivamente trasmessi in streaming a partire da sabato 16 aprile, dandone preventiva comunicazione on-line e costiutendo così un vero e proprio palinsesto multimediale.

Ulteriori attività on line previste sono:

La raccolta di documenti dal web sui temi del dialogo tra credenti e non credenti, testi e video di: Joseph Ratzinger, Jürgen Habermas, Tony Blair-Christopher Hitchens, Eugenio Scalfari-Carlo Maria Martini, Angelo Bagnasco, Camillo Ruini, Gianfranco Ravasi, Andrea Riccardi; Pubblicazione di saggi di Roberto Benigni, Erri De Luca, Massimo Cacciari, Sergio Givone, Claudio Magris, Moni Ovadia, Sergio Quinzio ed altri, in esclusiva da Davar, annuario a cura di Anna Giannatiempo Quinzio edizioni Diabasis;

Apertura del dibattito sulle tematiche affrontate tra i frequentatori della rete nei rispettivi siti di riferimento e nella Rete Italiana dei Gruppi di Filosofia su Facebook

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!