Coronavirus, a Castello 14 casi. All'ospedale riapre reparto Covid "in via precauzionale" - Tuttoggi

Coronavirus, a Castello 14 casi. All’ospedale riapre reparto Covid “in via precauzionale”

Davide Baccarini

Coronavirus, a Castello 14 casi. All’ospedale riapre reparto Covid “in via precauzionale”

Ven, 25/09/2020 - 15:33

Condividi su:


Coronavirus, a Castello 14 casi. All’ospedale riapre reparto Covid “in via precauzionale”

Le novità di oggi sono la guarigione di un residente a Città di Castello e un nuovo positivo, una signora straniera anch’essa residente nel nostro territorio, che nei giorni scorsi è rientrata in Italia dal proprio Paese di origine e si trova in isolamento domiciliare”.

14 casi nel Comune tifernate

Con questa dichiarazione il sindaco Luciano Bacchetta ha aggiornato la situazione del Covid-19 a Città di Castello, ribadendo che “sono 12 i positivi residenti nel Comune, più 2 persone domiciliate in città, per un totale, che resta invariato, di 14 casi”.

Si tratta di numeri per adesso molto tranquillizzanti – ha osservato il primo cittadino – anche perché le persone risultate positive sono tutte in isolamento domiciliare e una sola si trova a Villa Muzi per l’impossibilità di svolgere la quarantena nella propria residenza”.

Riaperto reparto Covid

Bacchetta ha quindi annunciato che “la Regione ha deciso di riaprire il reparto Covid-19 all’ospedale di Città di Castello, dove per fortuna al momento non ci sono pazienti. Una scelta precauzionale che condivido perché è stata assunta in vista di una ipotetica impennata di contagi che ci potrebbe essere con l’arrivo della stagione autunnale e invernale”.

“Cittadini tifernate esemplari”

In merito al contesto tifernate, il sindaco ha rimarcato come sia “da elogiare l’atteggiamento dei cittadini, che si comportano benissimo e hanno grande senso di responsabilità, rispettando in maniera molto seria, precisa e concreta le misure precauzionali che sono state indicate e richieste”.

Ho avuto modo di vedere che tutti o quasi tutti indossano la mascherina, tutti o quasi rispettano il distanziamento sociale. Il Covid-19 è insidioso e ogni valutazione deve essere fatta con cautela. Mi piace sottolineare anche il comportamento corretto di giovani e giovanissimi

Dobbiamo comunque stare sempre attenti ed essere prudenti, seguire le indicazioni, perché questa è l’arma di dissuasione dal Covid più grande che possiamo avere a disposizione”, ha chiarito Bacchetta, che ha ammonito: “con l’avvicinarsi della stagione più fredda, con la maggiore frequentazione di luoghi chiusi rispetto a oggi, i rischi potranno aumentare e dovremo essere ancora più prudenti”.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!