Consegnati dalla Zona sociale n° 4 due automezzi alle Caritas di Marsciano e Todi

Consegnati dalla Zona sociale n° 4 due automezzi alle Caritas di Marsciano e Todi

I mezzi sono stati acquistati grazie ad un finanziamento della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia

share

Con una cerimonia presso il Municipio di Marsciano, nella mattina di sabato 17 febbraio, la Zona sociale n. 4 della Media Valle del Tevere ha consegnato due autovetture in comodato d’uso gratuito, un Fiat Doblò e una Fiat Panda, rispettivamente all’Associazione Caritas Onlus Betlemme di Marsciano e alla Caritas diocesana di Orvieto-Todi. All’incontro hanno preso parte, tra gli altri, i rappresentanti delle amministrazioni comunali di Marsciano e Todi, le delegazioni delle due Caritas guidate dai rispettivi direttori, Giancarlo Pecetti per la Caritas diocesana di Perugia e Marcello Rinaldi per la Caritas diocesana di Orvieto-Todi. Presente anche Giampiero Bianconi, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia che ha messo a disposizione i fondi per l’acquisto dei due automezzi e un rappresentante della concessionaria L’Automobile dove sono stati acquistati i mezzi e che ha a sua volta dato un contributo.

Nel corso dell’incontro è stato ribadito dalla Zona sociale che questo intervento rientra nel quadro della programmazione di azioni di contrasto alla povertà e all’esclusione sociale e di sostegno all’inclusione sociale attiva delle persone. I due mezzi, hanno infatti spiegato i presidenti delle Caritas nel ringraziare la Zona sociale e la Fondazione, saranno utilizzati per il trasporto sociale, per iniziative di sostegno all’inclusione e nell’ambito delle attività della spesa alimentare e di gestione degli empori solidali presenti sul territorio. Tutto questo, come ha sottolineato anche il Sindaco di Marsciano, per garantire la continuità e il potenziamento di servizi importanti nell’ambito di un modello di assistenza fondato su una rete ampia in cui sono presenti istituzioni, soggetti del volontariato e della società civile. Le stesse Caritas svolgono un ruolo importantissimo anche perché rappresentano delle antenne sul territorio capaci di intercettare i bisogni e contribuire a indirizzare le risorse disponibili in interventi puntuali ed efficaci.

Giampiero Bianconi della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia ha a sua volta ringraziato la Caritas per il lavoro che svolge e spiegato come “la Fondazione si sta impegnando per mettere più risorse nel volontariato sociale strutturando, a tal fine, bandi tematici e più efficaci. Il nostro obiettivo è poter intercettare progetti seri e controllabili ai quali partecipino quanti più soggetti possibile capaci di fare rete insieme. Del resto, sono proprio i Comuni, le Asl e le associazioni del volontariato che possono segnalarci cosa serve sul territorio”.

share

Commenti

Stampa