Come scegliere gli attrezzi palestra per allenarsi in casa

Come scegliere gli attrezzi palestra per allenarsi in casa

redazionale

share

Mantenersi in forma è una necessità improrogabile anche in un’epoca in cui i ritmi sono frenetici e sembra che non si abbia tempo per niente: è anche per questo motivo che l’home fitness sta assurgendo al ruolo di tendenza estremamente diffusa. Si tratta, molto semplicemente, di prevedere la presenza di attrezzi palestra in casa, in modo tale da avere la possibilità di allenarsi quando si ha tempo e voglia senza essere costretti a uscire di casa. Per molte persone, recarsi in un centro fitness è una sorta di tortura, anche solo per l’imbarazzo di dover mostrare le proprie forme non perfette a una vasta platea di sconosciuti, a cui ci si presenta sudando e con il fiatone.

Nessuno di questi disagi viene corso se si punta sull’home fitness: si può pensare di dedicare addirittura una stanza intera agli attrezzi palestra che si è intenzionati ad adoperare, ma anche in mancanza di spazi così ampi ci si può allenare in un angolo della propria camera da letto. Quello che conta è poter usufruire di uno spazio che sia ben illuminato e altrettanto aerato, tale da garantire la necessaria libertà di movimento sia quando si è in piedi sia quando ci si sdraia. Ricorrendo a una macchina multifunzione, uno spazio di 2 metri quadri può essere più che sufficiente, mentre è richiesta un’area più ampia se si ha in mente di impiegare i manubri, il bilanciere e la panca.

Quali attrezzi scegliere

Proprio la scelta degli attrezzi palestra rappresenta il primo passo da compiere per un home fitness soddisfacente: si potrebbe cominciare dai manubri, che consentono di eseguire allenamenti per le spalle, con alzate frontali e laterali, ma anche esercizi per i bicipiti, con curl alternati in piedi o da seduti. I manubri si dimostrano utili anche per l’allenamento dei tricipiti, attraverso la cosiddetta french press; è sempre preferibile comprare quelli in metallo a cui aggiungere i dischi in gomma, ideali per non danneggiare il pavimento.

Il bilanciere e la panca

Come si è detto, anche il bilanciere e la panca possono entrare a far parte di una palestra casalinga: il primo non è altro che un’asta in metallo lunga che prevede l’inserimento degli stessi dischi utilizzati per i manubri, al fine di allenare le gambe attraverso gli squat e gli affondi, oltre che le braccia e le spalle. Le panche, invece, possono essere di diversi generi: la più semplice consente di esercitarsi con i manubri e con il bilanciere, essendo munita di uno schienale reclinabile che permette di assumere posizioni differenti.

L’importanza del tappetino in gomma

Nella dotazione ideale per l’home fitness non può mancare un tappetino in gomma: in questo caso non ci sono neppure problemi di spazio, dal momento che lo si può arrotolare con facilità quando non lo si utilizza. Il tappetino è essenziale, per esempio, per le flessioni e per tutti gli esercizi a corpo libero, inclusi gli addominali e i sit-up, ma serve anche a fare stretching e a riscaldarsi prima di passare al vero e proprio allenamento.

La cyclette

Se si ha spazio a sufficienza, si può anche ipotizzare di acquistare una cyclette da camera: i modelli magnetici al giorno d’oggi non presuppongono investimenti troppo elevati, e consentono di praticare attività aerobica senza rischi, anche mentre ci si dedica ad altro (guardare la tv, leggere, e così via). I display collegati con il computer di bordo segnalano tutte le informazioni di cui si può aver bisogno, dalla quantità di calorie che sono state bruciate alla distanza che è stata percorsa, senza dimenticare il tempo di percorrenza e la velocità raggiunta: il massimo per un allenamento cardiovascolare di qualità, da adattare in base al livello di partenza.

share

Commenti

Stampa