Colfiorito, passi avanti per completare i lavori legati alla nuova Val di Chienti - Tuttoggi

Colfiorito, passi avanti per completare i lavori legati alla nuova Val di Chienti

Claudio Bianchini

Colfiorito, passi avanti per completare i lavori legati alla nuova Val di Chienti

Il Comune di Foligno delibera lo studio di fattibilità di alcune opere, la Quadrilatero dovrà metterci i finanziamenti
Mer, 26/09/2018 - 09:42

Condividi su:


In attesa di capire se, come e quando sarà realizzato il tanto promesso quanto invocato Svincolo di Scopoli sulla nuova Foligno – Civitanova Marche – che poi sarebbe un semisvincolo – si vanno pian piano completando le cosiddette ‘opere compensative’ dell’area di Colfiorito, sempre legate alla realizzazione della nuova arteria stradale.

Nei giorni scorsi, la giunta comunale ha infatti finalmente approntato lo studio di fattibilità per realizzare alcune migliorie, come previsto dagli accordi con la società Quadrilatero.

Si tratta di un piano da seicentomila euro che prevede diversi interventi. Innanzitutto, metterà fine al pacchetto di opere che rientravano nell’allaccio con l’altipiano plestino e poi si potranno anche concludere i pagamenti per alcuni espropri di terreni privati.

Si farà un marciapiede ed un collegamento tra l’area delle ‘Pratarelle’ dove si trova il Museo Archeologico di Colfiorito e si darà una sistemata all’area delle ‘Casermette’ che consenta di dare un restytling definitivo ad una zona ormai strategica per l’intera montagna folignate.

Ora però, alla burocrazia si dovrà aggiungere altra burocrazia: il piano di fattibilità approvato dalla giunta folignate infatti, dovrà avere la necessaria copertura finanziaria e quando ci sarà dovrà essere redatto il progetto definitivo ed un volta passato anche questo, si passerà al progetto esecutivo, quindi all’indizione della gara d’appalto ed alla aggiudicazione dei lavori, ed infine, all’apertura dei cantieri veri e propri.

Lo scopo dichiarato sarà quello di ‘armonizzare l’intera viabilità’ aumentando di conseguenza anche la sicurezza stradale.


Articolo correlato:

Strade, 243 km tornano all’Anas

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!