Centro massaggi a “luci rosse” scoperto dai Carabinieri dei NAS di Perugia

Centro massaggi a “luci rosse” scoperto dai Carabinieri dei NAS di Perugia

Ancora una volta smascherato un giro di prostituzione guidato da cittadini cinesi e nascosto dietro alla facciata di un centro benessere


share

Una cittadina cinese di 31 anni, titolare di un centro massaggi situato nella zona centrale di Perugia, è stata denunciata dai Carabinieri NAS del capoluogo,  alla locale Procura della Repubblica per favoreggiamento, induzione e sfruttamento della prostituzione.

La segnalazione di alcuni cittadini relativa al continuo e sospetto viavai all’interno di un centro massaggi e benessere hanno determinato l’avvio di specifici accertamenti da parte dei militari, coordinati dall’Autorità giudiziaria di Perugia

Alla fine dei controlli è stato accertato che presso l’esercizio, nella zona adiacente la Stazione ferroviaria di Fontivegge, venivano elargite anche prestazioni sessuali a pagamento da parte di una coannazionale della titolare.

Nel corso dell’attività sono stati effettuati numerosi riscontri e identificati alcuni occasionali clienti che hanno confermato l’ipotesi di condotta illecita.

L’attività del centro, che risultava formalmente regolare sotto l’aspetto autorizzativo e amministrativo, in realtà si è dimostrata celare lo svolgimento della prostituzione, fatto decisamente diverso dalle pratiche estetiche, peraltro pubblicizzate mediante siti di annunci on-line.

Foto repertorio TO

share

Commenti

Stampa