"CENTRALI APERTE", A GUALDO CATTANEO LA "P. VANNUCCI" APRE LE PORTE AL PUBBLICO - Tuttoggi

“CENTRALI APERTE”, A GUALDO CATTANEO LA “P. VANNUCCI” APRE LE PORTE AL PUBBLICO

Redazione

“CENTRALI APERTE”, A GUALDO CATTANEO LA “P. VANNUCCI” APRE LE PORTE AL PUBBLICO

Sab, 14/05/2011 - 09:25

Condividi su:


Prosegue la collaborazione tra Tuttoggi.info e il Liceo Socio Pedagogico “B.Angela” di Foligno, dove gli studenti che hanno preso parte alle lezioni di giornalismo online tenute dalla Redazione di TO®, si esercitano nella scrittura di alcuni pezzi inerenti le loro attività scolastiche. Le studentesse che firmano l'articolo di oggi sono allieve della Prof. Laura Cerretti, una delle promotrici del corso di giornalismo.

———————–

di Federica Baldoni e Sara Beda

Tra le colline dei comuni di Gualdo Cattaneo e Giano dell’Umbria l'edificio che trasforma il carbone in energia elettrica- la centrale termoelettrica di Bastardo “Pietro Vannucci”- sembra quasi un castello post-moderno.
Il 13 e il 14 maggio, dopo un anno, si è ripetuta la manifestazione “Centrali Aperte”. Per l'occasione l’edificio apre le porte a tutti gli interessati (o semplicemente ai curiosi) che possono effettuare visite alla struttura. Inoltre è possibile assistere a spettacoli e manifestazioni organizzate dagli abitanti dei due Comuni e non solo. È proprio in questa occasione che ieri mattina è stato presentato il volume “ Le miniere di lignite nei comuni di Giano dell’ Umbria e Gualdo Cattaneo”, scritto da Chiara Santini . Il libro è nato dalla collaborazione tra la Santini e l’ ENEL spa, in particolare nella figura di Giancarlo Millucci. Nel volume si ricostruisce tutta la storia della Centrale: la scoperta dei giacimenti di lignite, la trasformazione di tali siti in miniere, la costruzione della Centrale per bruciare la lignite da esse estratta, il suo ruolo durante la II° guerra mondiale e la riconversione a carbone. Alla presentazione del libro erano presenti: Emore Paoli, docente di letteratura medievale e umanistica presso l’università di Roma di Tor Vergata, Bruno Mattioli, responsabile del laboratorio Scienze della terra del Comune di Spoleto, Valeria Sabbatucci, responsabile dell’Archivio storico Thyssenkrupp acciai speciali Terni, il Sindaco di Giano dell’Umbria Paolo Morbidoni e quello di Gualdo Cattaneo, Andrea Pensi, oltre alla dott.ssa Chiara Santini, autrice del volume, Giancarlo Millucci, responsabile dell’unità businnes termoelettrica di Bastardo e Augusto Rinalducci, presidente della Pro-Loco di Gualdo Cattaneo.
Tra il pubblico c’erano alcuni dei minatori che in passato hanno lavorato nella miniera e che con le loro testimonianze hanno contribuito alla realizzazione di questo testo, tra cui Franco Boccalini e Guglielmo Parmegiano Palmieri.
Invitate all' evento anche alcune classi del Liceo Pedagogico di Foligno B. Angela, accompagnate dalle insegnanti Caterina Bartolomei, Laura Cerretti e Novella Lepri. La partecipazione delle classi è stata resa possibile grazie al progetto “Luoghi di culto e luoghi di potere” portato avanti dai ragazzi nell’ambito della co-docenza di Storia e Linguaggi non verbali e multimediali. Il progetto è nato tre anni fa e ha portato gli studenti a compiere ricerche accurate sui propri territori, dalle origini fino ai giorni nostri. Quest’anno, nello studiare il processo di industrializzazione dei nostri territori ( di cui la nascita della centrale segna un nodo sicuramente fondamentale), alcune studentesse si sono imbattute nella vecchia edizione del testo di Chiara Santini. Da tale testo hanno ricavato informazioni non solo riguardanti l’evoluzione della centrale ma anche sul lavoro e sulle condizioni dei minatori.
Ieri, l’evento si è concluso con un pranzo a buffet offerto e tutto il pubblico. Oggi la manifestazione prosegue tra eventi, attrazioni, esposizioni e musica.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!