CENMAT DI SCANZANO, IL SINDACO NANDO MISMETTI SCRIVE A POSTE ITALIANE, SINDACALISTI E PARLAMENTARI -

CENMAT DI SCANZANO, IL SINDACO NANDO MISMETTI SCRIVE A POSTE ITALIANE, SINDACALISTI E PARLAMENTARI

Redazione

CENMAT DI SCANZANO, IL SINDACO NANDO MISMETTI SCRIVE A POSTE ITALIANE, SINDACALISTI E PARLAMENTARI

Ven, 08/07/2011 - 09:00

Condividi su:


Il sindaco di Foligno, Nando Mismetti ha inviato una lettera a Poste Italiane, ai sindacati, a livello nazionale e regionale, e ai parlamentari eletti in Umbria sulla situazione del Cenmat (Centro nazionale materiali e stampati) di Scanzano, dopo la volontà espressa da Poste Italiane di chiudere il centro e di ricollocare il personale in altre sedi. Nella lettera Mismetti sottolinea che il Cenmat di Scanzano rappresenta “un’importantissima risorsa per il nostro territorio, in quanto occupa ben 34 dipendenti di Poste Italiane, oltre a circa 80 persone organizzate in cooperativa. In caso di chiusura, i dipendenti del Centro verrebbero trasferiti, gli appartenenti alla cooperativa resterebbero senza lavoro e l’economia della zona subirebbe un gravissimo colpo, in un momento già molto critico di crisi economica globale”. Il sindaco, nell’esprimere “la massima solidarietà e vicinanza ai lavoratori del Centro nazionale di Scanzano”, ha affermato di volersi impegnare “in tutti i modi possibili con Poste Italiane, per trovare una soluzione, e con le altre istituzioni competenti, anche con il sostegno dei parlamentari umbri per scongiurare ulteriori ridimensionamenti del Centro e salvaguardare i livelli occupazionali”. Il sindaco ha ribadito “in completo accordo con le organizzazioni sindacali, che la chiusura del Cenmat di Scanzano sia assolutamente da evitare, considerate le grandi potenzialità ed opportunità di poter essere qualificato come moderna struttura logistica”.
Mismetti ha ricordato che “in questo particolare momento a Foligno si sta dando grande impulso alla logistica. La città è un crocevia stradale e ferroviario sia per i collegamenti trasversali di importanza nazionale tra i corridoi multimodali longitudinali adriatico da un lato e centrale-tirrenico dall'altro, che di distribuzione a livello regionale. Tra l’altro, è imminente il completamento di importantissime opere che rafforzeranno tale configurazione: la Piastra Logistica e la SS 77 che, insieme alla recente rivalutazione del ruolo delle Ferrovie a Foligno, rendono ancora più incomprensibile la scelta di Poste Italiane. Il Cenmat di Scanzano potrebbe rappresentare un importante tassello di questo sistema logistico integrato e Poste Italiane avrebbe tutto l’interesse ad operare in sinergia con queste strutture in un territorio così ben organizzato a livello infrastrutturale”.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!