Cascata della Marmore, nel 2020 ci saranno nuovi bagni - Tuttoggi

Cascata della Marmore, nel 2020 ci saranno nuovi bagni

Redazione

Cascata della Marmore, nel 2020 ci saranno nuovi bagni

Il vicesindaco Giuli ha risposto anche in merito ai problemi di accesso ai varchi
Gio, 14/11/2019 - 18:25

Condividi su:


Cascata delle Marmore tra i protagonisti del question time del Consiglio Comunale di oggi. Il consigliere comunale del Pd Francesco Filipponi ha illustrato una interrogazione su alcuni disservizi che si sono verificati nei mesi scorsi, con particolare riferimento ad alcuni giornate che avrebbero visto un accesso incontrollato di visitatori. Una situazione che avrebbe potuto avere ripercussioni sulla sicurezza dei visitatori e sui mancati introiti per il Comune; problemi anche per l’accesso ai servizi igienici, chiusi o in condizioni non decorose.

Ha risposto Andrea Giuli, vicesindaco con delega al Turismo: “Si tratta effettivamente di un piccolo problema di tipo organizzativo occorso dal 9 all’11 settembre, quando in alcune, poche ore, i varchi di accesso sono rimasti incontrollati. Problemi di tipo pratico perché il 31 agosto era scaduto il bando e per la proroga si sono rideterminati gli orari. Poche ore di due giorni, varchi relativamente controllati, comunque nessun danno erariale. I dati dicono che c’è stata una crescita sensibile degli ingressi.
I bagni durante l’appalto semestrale sempre presidiati.  Le quattro postazioni pulite ogni ora, qualche problema si è verificato per il quarto d’ora di chiusura per le pulizie. Bagni sono vecchi e inadeguati da anni. C’è un mutuo da duecentomila euro da sbloccare, se non sarà possibile faremo uso degli introiti dei biglietti per  effettuare i lavori nel 2020 iniziando dal servizio più malmesso, quello del Belvedere inferiore”.

La replica di  Filipponi: “Sono parzialmente soddisfatto. Il problema dei varchi del  9,10,11 settembre è stato confermato dall’assessore. Sui bagni non sono soddisfatto, perché ci risulta che i bagni siano stati aperti, per più giorni, dopo l’orario di ingresso dei visitatori”.
Anche Federico Pasculli (M5s) ha presentato una interrogazione sulla Cascata, in particolare sul nuovo bando per la gestione dei servizi, mosso dalla  “preoccupazione per il mantenimento delle 31 mila ore  di lavoro previste per gli addetti”.
“E’ stato potuto riorganizzare il personale occorrente ai servizi della Cascata – ha replicato il vicesindaco Andrea Giuli –  con una sostanziale soddisfazione delle organizzazioni sindacali e dei lavoratori. Gli impegni previsti nel capitolato di gara sono in via di adempimento”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!