Carmen Consoli illumina l’auditorium di San Domenico | Foto e Video

Carmen Consoli illumina l’auditorium di San Domenico | Foto e Video

Sold out per la data zero di Foligno del tour “Carmen in Teatro”

share

Un concerto in fa diesis (una nota particolarmente cara a Carmen nell’auditorium di San Domenico), un’espressività matura e articolata, eleganza e sensualità, Carmen Consoli, nella data zero di Foligno del suo tour nei teatri, ha illuminato l’auditorium di San Domenico.

Una cornice ideale quella degli affreschi della chiesa sconsacrata, che si addice alla vocalità della cantante catanese, che dopo 5 anni di pausa è tornata in un live acustico di assoluto livello per qualità del suono e capacità maturata di gestire una voce che, oggi, sembra riuscire a controllare con più consapevolezza, modulando le estensioni con temperata sapienza.

Sul palco è stata scelta la formazione con Massimo Roccaforte alla chitarra, Roberto Procaccini alle tastiere, fiamma Cardani alla batteria, Luciana Luccini al basso, Adriano Murania al violino e Claudia Della Gatta al violoncello. Prezioso lo spazio riservato alla tamburellista Valentina Ferraiuolo che ha arricchito le sonorità della band con le contaminazioni della musica popolare e siciliana. Una band al femminile, che parla molto di donne; mogli, amanti, ragazze di borgo, Carmen è diventata qualcosa che ha a che fare con tutte loro e lo dimostra sul palco. Ha la sicurezza della donna di casa, è provocante come un’amante, ma diretta come la ragazza della porta accanto; ognuno può scegliere da quale di queste donne lasciarsi sedurre.

E forse, sul palco di Foligno, Carmen Consoli ha interpretato una delle più “Parole Di Burro” in versione acustica mai ascoltate. Dolce e potente, morbida e graffiante, quando intona “Raccontami” è un tuffo al cuore, un salto nella memoria di un amante perduto o da conquistare.

“Amore di plastica”, “Geisha”, “L’ultimo bacio”, “San Valentino”, “Orfeo”, “L’eccezione”, non c’è traccia che i fan di Carmen non abbiano accompagnato con un canto intimo e personale, ma non è mancato chi si è lasciato andare alle sonorità più ‘reggae’.

Chi non conosceva Carmen Consoli cosa deve aver pensato dopo il concerto di ieri sera?

Probabilmente di trovarsi davanti a un’artista che ha raggiunto una via d’espressione matura, in grado di colpire la sensibilità anche di chi è ‘capitato’ al concerto di Foligno. Meno rock del solito, ma mai dimessa. Una nuova consapevolezza, forse arrivata con la maternità, che la forza del suono è nel cuore.

© Riproduzione riservata

Le foto sono di Vanessa Raiola

share

Commenti

Stampa