Caritas Spoleto - Norcia, accolti 40 profughi. Come aiutare e cosa serve

Caritas Spoleto – Norcia, accolti 40 profughi. Come aiutare e cosa serve

Redazione

Caritas Spoleto – Norcia, accolti 40 profughi. Come aiutare e cosa serve

Mer, 09/03/2022 - 17:22

Condividi su:


E' grande la mobilitazione nel territorio della Diocesi di Spoleto - Norcia per accogliere profughi arrivati dall'Ucraina. Altri 10 in arrivo

E’ grande la mobilitazione nel territorio della Diocesi di Spoleto – Norcia per accogliere profughi arrivati dall’Ucraina: sono circa 40 al momento quelli ospitati in varie strutture. A cui si uniscono coloro che sono arrivati in modo indipendente e si trovano presso familiari che erano già qua.

Siamo veramente commossi dalla grande generosità della nostra gente a favore dei fratelli e delle sorelle che scappano dalla guerra in Ucraina e che bussano anche alla nostra porta“. Si esprime così don Edoardo Rossi, direttore della Caritas diocesana di Spoleto – Norcia, per dire grazie a quanti hanno messo a disposizione degli alloggi e altri aiuti per i profughi: famiglie, parrocchie, conventi, monasteri, strutture diocesane.

Accoglienza profughi, don Edoardo: “Immensa sensibilità della nostra gente”

“Stiamo lavorando a stretto contatto con i servizi sociali dei vari Comuni che ricadono nel territorio della Diocesi e posso testimoniare l’immensa sensibilità della nostra gente: in tanti chiamano e si mettono a disposizione, in vario modo, per dare una mano. Questo è molto bello e commovente e ci dice come Spoleto e le altre comunità ecclesiali e civili del nostro territorio siano aperte all’accoglienza di chi è in difficoltà“.

Ecco dove sono stati accolti i profughi ucraini

Ad oggi la Caritas ha accolto 40 persone. Le strutture per l’accoglienza dei profughi sono: il centro diocesano di S. Sabino in Spoleto per la prima accoglienza; appartamenti della Diocesi nel complesso di S. Pietro a Spoleto; varie camere con bagno nell’opera diocesana di Roccaporena di Cascia; monastero di Santa Rita a Cascia; appartamento della parrocchia di Montefalco; appartamento delle Suore della Sacra Famiglia di Spoleto (Casa Madre); casa canonica di Torre Matigge di Trevi; casa canonica di S. Martino in Valle di Spoleto; comunità Chemin Neuf di Trevi; oratorio di Ferentillo quale centro di raccolta materiali e viveri per quella Pievania; ex convento dei Cappuccini a Ferentillo di proprietà del Comune (accoglienza in sinergia con la parrocchia).

“Ad oggi – dice don Edoardo – sono stati accolti dalla Caritas una quarantina di profughi, sistemati nelle strutture che abbiamo a disposizione o nelle famiglie. Nei prossimi giorni ne arriveranno altri 10 che saranno accolti, invece, a Ferentillo”.  

Raccolta fondi, indumenti e alimenti

“Come Caritas – dice ancora don Edoardo – abbiamo attivato un conto corrente bancario specifico (Iban: IT 16 Q 02008 21804 000 1052 33214, agenzia Unicredit di Spoleto) per quanti volessero contribuire economicamente. La comunità ucraina che vive a Spoleto – prosegue il sacerdote – ha chiesto alla Caritas e al Comune e di raccogliere beni di prima necessità da inviare nel martoriato Paese. In sinergia coi servizi sociali, abbiamo individuato i locali della ex chiesa parrocchiale di S. Nicolò in Spoleto, nei quali è possibile recarsi dal lunedì alla domenica, dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00. Cosa portare: antibiotici, materiali per sutura, antidolorifici, guanti, garze per bendaggio sterili e non sterili, kit per la medicazione delle ferite, bisturi, kit per cateterismo, lacci emostatici, siringhe, cerotti a rotolo, forbici paramediche, spugna emostatica chirurgica, compresse emostatiche, camicie per operare tutte le misure; pancarrè, fagioli, ceci, tonno in scatola, caffè solubile, cioccolata, biscotti, cracker, carne in scatola, merendine; cappelli e guanti, scarpe di varie misure, da uomo sopra al 40, coperte e sacchi a pelo, coperte anche in pile, lenzuola e asciugamani“.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!