“Canti e Discanti” domani a Foligno al via l’XI edizione. Quattro le mostre fotografiche in programma

“Canti e Discanti” domani a Foligno al via l’XI edizione. Quattro le mostre fotografiche in programma

share

Quella della grande fotografia è ormai un tratto distintivo di “Canti e Discanti – Umbria World Fest”, che con la sua undicesima edizione si svolgerà a Foligno dal 25 al 29 luglio 2012. Il festival, attraverso il tema “Madre Terra”, intende così stimolare ed arricchire la riflessione sulle trasformazioni ambientali, culturali e paesaggistiche che investono il pianeta. E lo farà attraverso diverse forme di espressione artistica, come musica e cinema, ed anche grazie agli scatti di grandi fotografi.

 

La sezione FOTOGRAFIA vedrà per il secondo anno la trasformazione di Palazzo Candiotti in un “palazzo della fotografia”, con mostre fotografiche e slideshow multimediali a tema (inaugurazione 25 luglio, ore 19, chiusura 10 agosto – orario apertura tutti i giorni dalle 19 alle 24).
“Italian Geographic 2011 – I fotografi di National Geographic Italia”, a cura di Marco Pinna (staff editor National Geographic Italia), è il titolo dell’esposizione che vedrà ventisei immagini di altrettanti fotografi che hanno lavorato dal 1998 a oggi per l'edizione italiana di National Geographic. Una raccolta straordinaria di fotografie del nostro Paese, e non solo, visto da alcuni tra i maggiori professionisti dell’immagine a livello nazionale. Una mostra dedicata ai fotografi che in questi ultimi tredici anni hanno contribuito ad arricchire con la loro arte le pagine di una delle più prestigiose riviste al mondo.
Tre invece le mostre curate da RVM Magazine. “11/3 Tsunami Project” – a cura di Chiara Oggioni Tiepolo di RVM Magazine – è nata per ricordare lo Tsunami che ha colpito il Giappone la scorsa primavera. “11/3” raccoglie gli scatti realizzati da Giulio Di Sturco (il fotografo ha varcato i confini delle zone proibite) nei territori colpiti dal terremoto di Fukushima.
Sempre a cura di Chiara Oggioni Tiepolo la mostra “The Lovely Sea”, con foto di Paulo Siqueira e Nadia Shira Cohen per raccontare la storia di uno dei più grandi disastri ambientali provocati dall'uomo, quello del Lago d'Aral. Ai confini tra l'Uzbekistan e il Kazakistan, l'enorme lago ha visto le sue acque prima sparire e poi ritornare nell'arco di mezzo secolo. Ad immortalarne la “rinascita” sono i due fotoreporter internazionali. Il reportage fotografico sarà in mostra con il supporto dell'ambasciata del Kazakistan in Italia.
“Amore Mio di Provincia”, con foto di Veronica Daltri, è infine il titolo del progetto curato da Gian Maria De Gasperis,  fondatore e coordinatore editoriale RVM, e da Annarita Curcio. Questo progetto focalizza la sua attenzione sulla provincia italiana come una categoria del sentire. Non c’è interesse infatti nel creare una riconducibilità alla specificità fisica del territorio; quello che si vuole trasmettere è la sensazione della provincia e del vivere in provincia.

Ma “Canti e Discanti – Umbria World Fest” non sarà solo fotografia. Foligno, definita da sempre “crocevia di genti”, aprirà le sue diverse e suggestive location alle tradizioni e alle culture del mondo anche attraverso concerti, proiezioni e incontri.
Tra gli altri, si passerà dalla leggenda della chitarra mondiale Al Di Meola (26 luglio) al duo Saba Anglana e Niccolò Fabi (27 luglio) per quanto riguarda la musica, fino allo spazio cinema con documentari e anteprime regionali di  “Polvere – Il grande processo dell’aminato” (nomination ai David di Donatello per il miglior documentario 2012) ed “Elsewhere” di Nikolaus Geyrhalter.

 

Abbinata alla manifestazione c’è la possibilità di usufruire di un pacchetto turistico per scoprire l’Umbria, con visite guidate attraverso l’arte e i percorsi enogastronomici del “cuore verde d’italia” (per info www.umbriae.it).

share

Commenti

Stampa