CANTI E DISCANTI, AL VIA LA 10^ EDIZIONE DELL'UMBRIA WORLD FEST CON IL CONCERTO DELLA KOCANI ORKESTAR - Tuttoggi

CANTI E DISCANTI, AL VIA LA 10^ EDIZIONE DELL'UMBRIA WORLD FEST CON IL CONCERTO DELLA KOCANI ORKESTAR

Redazione

CANTI E DISCANTI, AL VIA LA 10^ EDIZIONE DELL'UMBRIA WORLD FEST CON IL CONCERTO DELLA KOCANI ORKESTAR

Mar, 05/07/2011 - 11:02

Condividi su:


La musica e il teatro daranno il via alla X edizione di “Canti e Discanti – Umbria World Fest”, manifestazione che continua ad accogliere popoli e fermenti culturali provenienti da ogni parte d’Italia e da angoli lontani del pianeta. Dal 7 al 23 luglio torna a Foligno l’affascinante crocevia fatto di suoni, immagini, foto e spettacoli teatrali, che pone lo sguardo oltre confine per portare in Umbria i linguaggi artistici delle tradizioni e delle culture italiane e del mondo.
Luoghi d'eccezione dove porteranno la propria arte musicisti, fotografi e artisti di livello nazionale e internazionale, sono i principali tesori artistici della città di Foligno: dalla splendida cornice di largo Carducci in piazza della Repubblica (per il festival diventerà “Piazza della Musica”) al cortile di Palazzo Trinci (“Palazzo della Musica e delle Fiabe”), da Palazzo Candiotti (“Palazzo della Fotografia”) a piazza del Grano (“Piazza del Cinema”).
Per la MUSICA, da sempre la grande protagonista del festival, arriveranno ad ingresso libero in piazza della Repubblica (“Piazza della Musica”), con inizio alle 21.30, alcuni degli artisti e dei gruppi più affermati in Italia e nel mondo.
Giovedì 7 luglio si comincia con i balli in piazza grazie a quella scatenata fanfara macedone che risponde al nome di Kocani Orkestar. Il loro spettacolo è una travolgente girandola di timbri, accenti, colori, che esalta il ricco mosaico di ritmi e melodie meticce nate dalla combinazione di Oriente ed Occidente. Musica sincera, sempre un po’ “alticcia”, struggente e travolgente a seconda delle occasioni, ricca di ritmi pirotecnici, carica di colori e di forti contrasti, e suonata con l’intensità propria di qualunque esperienza gitana. Alla fine del 2007 Naat Veliov, leader della fanfara, è stato insignito dal Governo macedone, con la sua Kocani Orkestar, del titolo di “rappresentante della cultura macedone nel mondo”. La formazione torna a Foligno a distanza di tempo: indelebile il ricordo del travolgente ballo collettivo in una lunga notte di qualche anno fa nella Corte di Palazzo Trinci.
La novità di quest’anno per “Canti e Discanti – Umbria World Fest” è la sezione TEATRO che verrà inaugurata con lo spettacolo Tarot's Suite a cura di Lemuri Teatro (in collaborazione con Zoe Teatro). Appuntamento per l’8 luglio (si replicherà poi il 15 luglio) con inizio alle 21.30. Sarà una sperimentazione per gruppi da 35 persone, che “vagando” per le splendide sale affrescate di Palazzo Candiotti assisteranno ad uno spettacolo (a pagamento, ingresso 8 euro, per prenotazioni info@cantiediscanti.it) in cui il simbolo e l’archetipo che è dentro ai Tarocchi vivrà grazie ai corpi e alle parole, ai respiri e al potere evocativo dell'attore. Tarot' s Suite è in sostanza una collezione di brani teatrali correlati agli arcani maggiori: cinque performance e un unico respiro. Gli spettacoli, della durata di 30 minuti ciascuno, si terranno alle 21.30, alle 22, alle 22.30 e alle 23.00, con possibilità di quinta replica in caso di richieste.
Come è scritto nelle righe che accompagnano lo spettacolo, questi esperimenti attoriali con al centro i Tarocchi sono “un’indagine su di noi, e in particolare su tutto ciò che di insulso ci sta attorno; una possibilità per sussurrare, con sfogo logico o animale, tutto ciò che logora l'animo umano; un faccia a faccia con i propri pensieri, non più tenuti segreti per cortesia; una resa dei conti con ciò che ci assilla, che ci trascina e che ci sbatte a terra”.
Musica e teatro, ma anche cinema e fotografia, sono i mezzi a disposizione per affrontare questo nuovo lungo viaggio del festival, che prosegue un suo caratteristico ed originale processo di multiculturalità attraverso la diffusione, valorizzazione e contaminazione delle diverse forme di espressione artistica.
Per la sezione CINEMA il festival, che si avvale quest'anno della collaborazione del Cinema Zenith di Perugia, presenterà come prime due proiezioni le novità cinematografiche dell'anno come “Passione” di John Turturro (10 luglio) e “Basilicata Coast to Coast” di Rocco Papaleo (11 luglio). Grazie a queste proiezioni, con inizio alle 21.30, Piazza del Grano, la più “popolare” della città e da sempre crocevia di diverse culture, comincerà a diventare, dopo il grande successo dello scorso anno, ancora la “Piazza del Cinema” e la grande arena cinematografica all’aperto di Foligno.
Ancora una volta anche la grande FOTOGRAFIA sarà al centro delle iniziative della manifestazione folignate. I più importanti fotoreporter di livello mondiale saranno in esposizione attraverso quattro mostre presso Palazzo Candiotti (“Palazzo della Fotografia”), con inaugurazione prevista per sabato 9 luglio alle ore 21.30. Una grande collettiva fotografica che sarà aperta dal 9 al 23 luglio ad ingresso libero tutti i giorni dalle ore 18.30 alle 24.00 (sabato e domenica anche dalle ore 11.30 alle 13.00).
Questo programma particolarmente ricco e stimolante è ideato e realizzato ancora dall’Associazione Culturale Platea sotto la direzione artistica di Piter Foglietta (figlio di quel Vincenzo mai dimenticato cantastorie-musicista folk folignate a cui fin dalla prima edizione è dedicata la manifestazione), con la collaborazione della Regione Umbria, della Provincia di Perugia, del Comune di Foligno e della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno.
Importanti e suggestive anche le nuove collaborazioni attivate per questa edizione, a partire da quella con l'Ambasciata dell'Estonia in Italia che insieme a Tallin Capitale Europea della Cultura 2011 e l’Estonian Tourism Board concentrerà le sue attività promozionali in Italia proprio in occasione dell’Umbria World Fest, grazie all’accordo raggiunto tra Ambasciata Estone e Regione Umbria. Attraverso numerosi appuntamenti che si svolgeranno fino al 23 luglio, a Foligno verrà approfondito il Paese Estonia (nazione ospite dell’edizione 2011 festival) affacciatosi da poco in Europa.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!