Calzolaro, Bacchetta rifiuta invito Comitato | “Ora non è più persona gradita” - Tuttoggi

Calzolaro, Bacchetta rifiuta invito Comitato | “Ora non è più persona gradita”

Davide Baccarini

Calzolaro, Bacchetta rifiuta invito Comitato | “Ora non è più persona gradita”

Il sindaco di Città di Castello non andrà all'assemblea di Trestina organizzata dai residenti "Nostra presenza inutile, il Comune tifernate non ha alcuna responsabilità su impianto Calzolaro"
Ven, 15/09/2017 - 14:29

Condividi su:


Calzolaro, Bacchetta rifiuta invito Comitato | “Ora non è più persona gradita”

Un invito, un rifiuto e scoppia la polemica. Non è andata proprio giù all’agguerrito Comitato Salute Ambiente di Calzolaro il diniego del sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta a presenziare, questa sera (venerdì 15 settembre), all’incontro organizzato a Trestina proprio dalla rappresentanza di residenti della frazione umbertidese per affrontare, ovviamente, l’annosa questione delle emissioni odorigene provenienti dall’impianto di trattamento rifiuti dell’azienda Splendorini.

‘Comitato Calzolaro-Trestina’ ascoltato in commissione regionale “Gente esasperata”

Ringraziamo molto i rappresentanti del Comitato di Calzolaro per l’invito – ha risposto il primo cittadino – ma poiché non siamo abituati a prendere in giro nessuno, riteniamo la nostra presenza, in questa fase, assolutamente inutile”. Il sindaco ha quindi voluto ribadire l’estraneità del Comune di Città di Castello alla vicenda: “L’ente tifernate – ha detto – non ha alcuna responsabilità nelle scelte passate, presenti e future sull’impianto di Calzolaro. Sogepu ha presentato un piano industriale il cui principale obiettivo è la messa in sicurezza dell’impianto stesso”.

Calzolaro, parla Bacchetta “Città di Castello vittima dello scaricabarile di altre amministrazioni”

E’ in corso una conferenza dei Servizi che dovrà decidere il futuro di questa struttura e solo dopo questa faremo le nostre valutazioni. Tuttavia per rispetto nei confronti dei cittadini di Calzolaro, li incontreremo volentieri quando essi lo riterranno opportuno nella sede municipale di Città di Castello

Inevitabile la reazione dai toni non troppo leggeri da parte del Comitato: “Preso atto delle inqualificabili esternazioni, a meno di scuse pubbliche e formali, noi non incontreremo né a Trestina né in Comune un personaggio come Bacchetta che dimentica linguaggio, etica e ruolo che la funzione di sindaco comporterebbe. Per questo, ammesso e non concesso che ne abbia mai avuta l’intenzione, abbiamo formalmente comunicato al primo cittadino la richiesta di non presentarsi all’assemblea indetta dal Comitato questa sera in quanto persona non gradita“.

Sogepu, via libera a incorporazione Polisport e acquisizione quote ‘Splendorini’ di Calzolaro

Su Sogepu, che “appartiene” al Comune di Città di Castello e il cui piano industriale è di competenza del Consiglio Comunale tifernate, il Comitato si chiede: “Da quando una società partecipata pubblica può, con risorse pubbliche, intervenire per mettere in sicurezza una ditta privata? Se si fa un piano industriale per la messa in sicurezza, cosa vuol dire che l’impianto del quale parla Bacchetta, pur operando, non è oggi in sicurezza? Forse a queste domande una maggioranza di governo dovrebbe dare delle risposte ai cittadini”.


Condividi su:


Aggiungi un commento