Burri, Da New York alla Sicilia / Presentato programma Centenario - Tuttoggi

Burri, Da New York alla Sicilia / Presentato programma Centenario

Davide Baccarini

Burri, Da New York alla Sicilia / Presentato programma Centenario

Il Ministro Franceschini e il Presidente della Fondazione Albizzini Corà hanno illustrato le iniziative a Roma / Città di Castello si prepara all’“anno lungo”
Ven, 18/07/2014 - 17:43

Condividi su:


Questa mattina (venerdì 18 luglio), al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, il Ministro Dario Franceschini e il Presidente della Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri, Bruno Corà, hanno annunciato le iniziative in programma per il Centenario della nascita di Alberto Burri, che ha avuto i suoi natali a Città di Castello il 12 marzo 1915. Il ricordo del maestro tifernate rivivrà non solo in Italia ma anche in sedi europee e perfino negli Stati Uniti.

Le iniziative – Su tutti spicca la grande esposizione al Guggenheim Museum di New York, che sarà anche riallestita in Germania e in Italia. Ovviamente non mancheranno le celebrazioni nella sua città di origine, tra cui un convegno di studi e un Summit internazionale degli Artisti; in Sicilia verrà restaurato e completato il Cretto di Gibellina e avrà luogo una mostra al Riso di Palermo; a Milano, nel Parco Sempione, sarà ricostruito il Teatro Continuo; sarà pubblicato un Catalogo Generale del Maestro e uscirà un film a lui dedicato. Sarà anche un’occasione di confronto e approfondimento tra Burri e altri due grandi maestri dell’Altotevere: Piero della Francesca e Luca Signorelli.

Città di Castello e “l’anno lungo” di Burri – Ai grandi appuntamenti già fissati andranno ad aggiungersi altre iniziative autonome, in Italia e all’estero. Fulcro di tutti gli appuntamenti sarà comunque Città di Castello, dove la Fondazione ha sede e dove il Museo, voluto dal maestro, conserva le sue opere di maggior rilievo. Momenti di approfondimento, attività didattiche, aperture straordinarie e altre proposte rivolte al territorio, ma anche al turismo culturale, sono previste da ora fino alla primavera del 2016. Sarà “l’anno lungo” di Alberto Burri.

“Collaboratori” – Le suddette iniziative, nate dalle menti della tifernate Fondazione Albizzini, prenderanno vita grazie alla collaborazione con i vari Enti locali, tra cui la Regione Umbria, la Provincia di Perugia, il Comune e la Fondazione Cassa di Risparmio di Città di Castello, partner italiani e internazionali, sotto la tutela del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Corà ha dichiarato che tutte le attività in programma “hanno lo scopo di far conoscere meglio l’opera e il contesto culturale entro cui Burri l’ha concepita e realizzata incidendo sull’arte contemporanea del XX secolo e oltre”.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!