"Braccata al cinghiale pericolosa", chiamati i carabinieri

“Braccata al cinghiale pericolosa”, chiamati i carabinieri

Massimo Sbardella

“Braccata al cinghiale pericolosa”, chiamati i carabinieri

Ven, 22/01/2021 - 20:59

Condividi su:


“Braccata al cinghiale pericolosa”, chiamati i carabinieri

"Spari a Collestrada vicino alla E45, tra il cimitero e il canile": le accuse di animalisti e ambientalisti

Sono stati i chiamati i carabinieri per verificare la legittimità della braccata al cinghiale che si è svolta tra il cimitero e il canile di Collestrada. Diversi cacciatori, secondo i residenti, hanno attuato la battuta per tutto il giorno, uccidendo numerosi cinghiali.

A caccia fuori orario,
in 4 nei guai per bracconaggio

Le associazioni animaliste e ambientaliste, dopo le segnalazioni di alcuni residenti, hanno chiesto appunto l’intervento dei carabinieri per una braccata in un luogo considerato pericoloso, vicino alla superstrada e al centro commerciale.

Le accuse delle associazioni che si sono rivolte ai carabinieri

“Chi ha autorizzato, a poche centinaia di metri di distanza dal cimitero, dal canile della Asl, dal centro commerciale di Collestrada e delle auto in transito sulla E45, a sparare con fucili che, com’è noto, hanno una gittata massima di migliaia di metri (da 1500 a 6000 secondo l’ATC Savona2: https://www.atcsavona2.it/wp-content/uploads/2018/08/Organizzazione-e-sicurezza-nelle-caccie-collettive-al-Cinghiale.pdf), col rischio di colpire inermi cittadini nonché di far morire di infarto i cani ospiti del canile?” scrivono in una nota congiunta Animal Save Perugia, Avi (Associazione vegani internazionale) Umbria, Lac (Lega abolizione caccia) Umbria, Lav (Lega anti vivisezione) Umbria, Wwf Perugia e Wwf Terni.

Le carni di cinghiale

E ancora: “Quanto ai cinghiali uccisi, dove sono stati portati? Chi ha controllato le carni, prima di qualsiasi commercializzazione o consumo, per verificarne la salubrità e l’assenza di rischi da peste suina o trichinellosi, come da obbligo di legge?”.

Animalisti e ambientalisti chiedono risposte

“A queste domande occorre dare risposte – scrivono le associazioni animaliste e ambientaliste – perché la caccia è attività ad altissimo rischio svolta con armi. Perché è illegale e pericoloso per la salute pubblica consumare carni non controllate. Perché i selvatici appartengono all’intera collettività e la loro uccisione non è un diritto bensì una concessione regolamentata, che tutti gli Enti e Organi preposti devono strettamente e continuativamente controllare. Si deve poter portare un fiore ai propri defunti al cimitero, così come passeggiare in campagna e nei boschi, una delle poche attività di benessere rimaste possibili causa Covid19, senza correre il rischio di essere feriti o uccisi: nella sola stagione venatoria 2019-2020 ci sono stati 68 feriti e 27 morti, di cui 7 cittadini comuni uccisi per errore dai proiettili delle armi dei cacciatori. Un vero bollettino di guerra, contro cui tutti i cittadini si devono ribellare!”.

Dpcm e deroghe per la caccia al cinghiale

E si ricorda che la Corte Costituzionale ha già bocciato la legge regionale della Valle d’Aosta che prevede la caccia collettiva al cinghiale in deroga ai Dpcm e quindi alla normativa superiore statale.

In Umbria due ordinanze sono intervenute sulla caccia al cinghiale: la prima l’ha prorogata fino al 31 gennaio, la seconda consente ai cacciatori di uscire dal territorio comunale anche se l’Umbria è in zona arancione.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!