Bevagna, dopo più di 20 anni il santuario della Madonna della Valle sarà recuperato

Bevagna, dopo più di 20 anni il santuario della Madonna della Valle sarà recuperato

Ad annunciarlo è stato il sindaco Annarita Falsacappa nel corso dell’ultimo consiglio comunale. Ecco tutte le novità dall’amministrazione cittadina

share

A due mesi di distanza dall’ultima riunione, si è svolto mercoledì scorso il consiglio comunale di Bevagna. Come di consueto, la massima assise cittadina si è aperta con le comunicazioni da parte del sindaco Annarita Falsacappa. Il primo cittadino ha aggiornato i consiglieri su ciò che è stato fatto negli ultimi sessanta giorni e su quello che invece Bevagna si prepara a vivere.

Madonna della Valle

Buone notizie arrivano per ciò che riguarda il santuario della Madonna della Valle. Un luogo tanto amato dai bevanati che da troppo tempo è in stato d’abbandono: “Stiamo seriamente intervenendo per il suo recupero – ha detto Annarita Falsacappa in consiglio comunale –. Si inizierà con la messa in sicurezza della chiesa, che ci permetterà di effettuare un intervento conservativo del santuario. Quindi si procederà con il recupero della struttura, tramite parte del finanziamento sulla sentieristica che abbiamo pensato di destinare proprio alla ristrutturazione della chiesa”.

Insomma, dopo oltre venti anni di oblio, il santuario tornerà finalmente a risplendere. L’amministrazione Falsacappa ha voluto recepire senza esitazioni le richieste di tutti i bevanati, che hanno da sempre un legame speciale con la Madonna della Valle. Il tutto, in accordo con l’Arcidiocesi di Spoleto-Norcia, proprietaria della struttura.

Pavimentazione

La Regione Umbria ha accolto la richiesta dell’amministrazione comunale bevanate in merito alle pavimentazioni di piazza Garibaldi e della zona di San Francesco. Con una delibera dello scorso 18 giugno, palazzo Donini stanzierà 450mila euro per queste opere, che si aggiungeranno dunque alla pavimentazione di corso Matteotti.

Protezione civile

Grazie al contributo di 10mila euro da parte della Protezione civile, verranno ripresi i lavori nel plesso scolastico di Cantalupo. Con questi interventi, si completerà la messa in sicurezza della scuola. Sempre sul fronte della Protezione civile, è stato ultimato il Piano cittadino, che verrà illustrato nei vari incontri in programma nel territorio.

Lavori ultimati

Terminata la stesura del bando dei parcheggi a pagamento (uno dei punti all’ordine del giorno dell’ultimo consiglio comunale), così come è stato ultimato l’acquedotto di San Sisto a Cantalupo. Via libera anche per il gemellaggio con Isola delle Femmine (Sicilia), mentre verrà presentato a breve il cartellone degli eventi per la rassegna “E-state a Bevagna”, che vede molte iniziative tutte finalizzate alla promozione artistico-culturale ed enogastronomica del paese e la ripresa, dopo molti anni, di “In Chartis Mevaniae”: l’obiettivo è quello di promuovere la conoscenza della carta bambagina prodotta dalla Gaita San Giovanni, rendendola preziosa grazie all’estro di artisti importanti.

Set cinematografici

Nella sua analisi, Annarita Falsacappa si è soffermata sui set cinematografici che stanno interessando in questi giorni la città. “La nostra speranza – ha detto in proposito il sindaco – è di aver dato una boccata di ossigeno ai commercianti, di aver dato lavoro, seppure temporaneo, a molte persone, di aver permesso ai bevanati di fare un’esperienza eccezionale a contatto con personale altamente qualificato e di aver indirizzato qualche giovane verso professioni interessanti. Certamente – ha proseguito – la ricaduta di tale operazione si avrà anche nei prossimi anni, essendo questo un investimento promozionale a lunga durata”. Le riprese effettive di Benedetta, il film di Paul Verhoeven, ci saranno dal 23 luglio all’8 agosto, esclusi i fine settimana e a seguire, dopo il 10 agosto, riprenderanno le registrazioni di Sara e Marti fino al mese di ottobre.

share

Commenti

Stampa