"Basta menzogne su area Santa Margherita", Presciutti svela reale progetto - Tuttoggi

“Basta menzogne su area Santa Margherita”, Presciutti svela reale progetto

Davide Baccarini

“Basta menzogne su area Santa Margherita”, Presciutti svela reale progetto

Il sindaco di Gualdo Tadino smentisce categoricamente le voci su ipotetico Centro di accoglienza immigrati, "Chi continua a diffondere il falso chieda scusa a cittadini"
Ven, 16/03/2018 - 11:51

Condividi su:


“Basta menzogne su area Santa Margherita”, Presciutti svela reale progetto

Sono ormai giorni che in maniera del tutto fantasiosa e vergognosa, alcuni soggetti stanno diffondendo false notizie, prive di fondamento, rispetto all’area di Santa Margherita. Il limite si è oltrepassato dopo che il sottoscritto è stato, senza alcuna motivazione plausibile, oggetto di insulti gratuiti sia pubblici sia privati rispetto a questo tema

Con queste parole il sindaco di Gualdo Tadino Massimiliano Presciutti è intervenuto smentendo, in modo netto ed inequivocabile, le voci che circolavano sulla presunta trasformazione dell’edificio e della zona circostante di Santa Margherita a Centro di Accoglienza per Immigrati. “Come certificano gli atti pubblici, – ha sottolineato il primo cittadino – in pochi mesi l’area verrà riconsegnata alla città, strappandola al degrado ed all’incuria degli ultimi decenni”.

Presso l’immobile di Santa Margherita infatti, nei giorni scorsi, è stato aperto il cantiere da parte della società che ha acquistato l’area, con l’obiettivo di riconsegnare in tempi brevi circa 500 mq di parcheggi ad uso pubblico e relativo ascensore di collegamento con Via Storelli per facilitare l’accesso al centro storico, recuperare, riqualificare e rendere finalmente fruibile si cittadini l’area verde dove insiste il Bagolaro e ristrutturare l’edificio principale secondo la sua originaria funzione, ad uso residenziale, commerciale e direzionale

Smentisco in maniera categorica tutte le colpevoli illazioni diffuse in queste settimane, – aggiunge Presciutti – Chi continua a diffondere in maniera strumentale notizie false e tendenziose deve provare solo vergogna e chiedere scusa a tutti i gualdesi. Nei prossimi giorni, insieme alla società che ha acquistato l’area, organizzeremo un incontro con la stampa per spiegare nello specifico i dettagli del progetto di recupero della zona di Santa Margherita e di altre zone della città a riprova che per noi contano i fatti e non le chiacchiere”.

Aggiungi un commento