Austriaca “salva” vacanza a 3 motociclisti di Spoleto e Foligno - Tuttoggi

Austriaca “salva” vacanza a 3 motociclisti di Spoleto e Foligno

Carlo Ceraso

Austriaca “salva” vacanza a 3 motociclisti di Spoleto e Foligno

Uno aveva perso borsello con 2mila euro e passaporto | Signora tenta inseguimento, poi si rivolge alla polizia | Caso risolto a tempo di record dai carabinieri
Mer, 10/08/2016 - 10:43

Condividi su:


Una vacanza sognata e studiata per diverse settimane per festeggiare le loro prime 50 candeline, ma anche una storia capace di regalare un po’ di fiducia nell’onestà del prossimo e il plauso per l’efficiente coordinamento tra polizia austriaca e carabinieri. E’ quella che ha visto protagonisti tre motociclisti di Spoleto e Foligno, partiti per un tour europeo.

I tre, Maurizio Brandi di San Giacomo di Spoleto, Francesco Piermarini e Marco Martinelli di Foligno, dopo aver fatto una sosta in un’area di servizio a Griffen, a 100 chilometri da Graz, in Austria, sono ripartiti in direzione di Vienna. Nel ripartire però il borsello di Brandi è caduto a terra senza che il centauro se ne accorgesse.

La disavventura, che avrebbe potuto rovinare la loro vacanza, non è sfuggita a una cliente del distributore la quale, raccolto il borsello, si è messa con la propria auto all’inseguimento dei 3 centauri. Intuito che la rincorsa non avrebbe dato l’esito sperato, la signora si è recata alla polizia di Griffen consegnando il borsello che conteneva, tra l’altro, quasi 2mila euro, carte di credito e il passaporto dello spoletino.

Gli agenti, esaminati i documenti, si sono subito messi in contatto con i carabinieri di Spoleto. I militari della compagnia, diretti dal capitano Marco Belilli, sono riusciti a rintracciare il numero del cellulare dello spoletino che nel frattempo, accortosi di aver perso il borsello, stava già meditando di far rientro in Italia.

Il gruppo, ricevuta la bella notizia, è tornato indietro per 200 chilometri, fino al distretto di polizia di Griffen dove Brandi ha riavuto indietro il borsello e ha potuto ringraziare di persona la signora che gli aveva salvato la vacanza e un bel po’ di pratiche burocratiche.

Immancabile la foto di rito negli uffici della polizia austriaca che si è complimentata con la signora per il bel gesto compiuto nei confronti dei tre turisti.

© Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!