Arrestati i fuggiaschi dell'inseguimento tra Siena e Castiglione del Lago / Un complice preso al Trasimeno - Tuttoggi

Arrestati i fuggiaschi dell'inseguimento tra Siena e Castiglione del Lago / Un complice preso al Trasimeno

Redazione

Arrestati i fuggiaschi dell'inseguimento tra Siena e Castiglione del Lago / Un complice preso al Trasimeno

Gio, 28/11/2013 - 15:54

Condividi su:


Arrestati i fuggiaschi dell'inseguimento tra Siena e Castiglione del Lago / Un complice preso al Trasimeno

Sara Minciaroni

Presi. Sono stati arrestati nella notte con l'accusa di furto in abitazione in concorso pluriaggravato i tre malviventi, tutti di origine albanese tra i 20 e i 23 anni, che nella tarda serata di sabato sono stati inseguiti dai carabinieri di Siena per oltre 90 chilometri, da San Rocco a Pilli, nel senese, a Castiglione del Lago. Un quarto uomo era già finito in manette, arrestato proprio nel territorio del Trasimeno sabato notte dopo il folle inseguimento.

L'inseguimento poi gli arresti a Bergamo. Dopo che i militari hanno sparato alle gomme della Volvo sulla quale viaggiavano (risultata rubata a Perugia) i malviventi sono fuggiti a piedi e sembravano scomparsi nel nulla. Almeno fino alla notte scorsa quando i tre, che cambiavano dimora ogni notte (con l'aiuto di connazionali che ora rischiano l'accusa per favoreggiamento), sono stati sorpresi a Treviglio, in provincia di Bergamo.

Già indagati. In loro possesso sono stati trovati anche 7 mila euro in contanti, presumibilmente il ricavato della vendita di parte di refurtiva in un compro oro. Le misure di custodia cautelare erano state emesse a loro carico dal pm Aldo Natalini l'8 novembre scorso per 23 furti aggravati in abitazioni e esercizi commerciali di Siena e provincia e di Ancona commessi tra il 9 febbraio e il 27 giugno 2013 ma le indagini, portate avanti anche con intercettazioni telefoniche, hanno accertato anche altri furti commessi dalla banda fino al momento dell'arresto.

Il complice arrestato al Trasimeno. La banda si spostava con auto di grossa cilindrata rubate durante i colpi. Nella tarda serata di sabato gli uomini della squadra del nucleo investigativo dei carabinieri di Siena erano riusciti ad arrestare un quarto componente della banda, anche lui albanese di 26 anni, che partito da Ancona, si era recato al Trasimeno per agevolare la fuga degli altri tre componenti della banda. Il “quarto uomo” si trova ora nel carcere senese di Santo Spirito, dove nella giornata di ieri è stato sottoposto a interrogatorio di garanzia.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!