AGGIORNAMENTI: “Vi invito io” - Pdl, Tuttoggi.info alla porta – Lettera aperta all’On. Rocco Girlanda - Tuttoggi

AGGIORNAMENTI: “Vi invito io” – Pdl, Tuttoggi.info alla porta – Lettera aperta all’On. Rocco Girlanda

Redazione

AGGIORNAMENTI: “Vi invito io” – Pdl, Tuttoggi.info alla porta – Lettera aperta all’On. Rocco Girlanda

Ven, 01/02/2013 - 07:30

Condividi su:


AGGIORNAMENTI: “Vi invito io” – Pdl, Tuttoggi.info alla porta – Lettera aperta all’On. Rocco Girlanda

Egregio direttore,
conosco bene l'importanza attuale dell'informazione via internet, così come concordo nella necessità dell'opera di informazione e comunicazione operata in generale da tutti i media, soprattutto in rapporto a chi fa parte delle istituzioni e rappresenta i cittadini in seno ad esse.
Come Lei ha riconosciuto, la mia posizione professionale e politica, oltre che umana e caratteriale, mi porta ogni giorno a fruire degli organi di informazione ed a confrontarmi con essi, ricevendo, tuttavia e troppo spesso, proprio per la mia veste professionale ancor prima che politica, anche trattamenti non sempre congrui con i principi da Lei enunciati.
Trattamenti dei quali mi limito, per convinta scelta personale, a prenderne atto senza mai interferire in alcun modo con le scelte dei giornalisti ed ancor più degli editori. Parlo, ovviamente, della linea generale e non a casi specifici che anche in buona fede possono capitare.
Tengo comunque a precisare che la posizione tenuta dal gruppo consiliare del Pdl di Spoleto è di esclusiva pertinenza del rapporto tra quest'ultimo e uno degli organi di informazione della città , frutto di un percorso di probabili incomprensioni avvenute nei mesi precedenti in cui il ruolo da me ricoperto nel partito era diverso da quello attuale, vista la mia nomina avvenuta lo scorso 24 gennaio.
Le assicuro che nei prossimi giorni non mancherò di approfondire la tematica con i diretti interessati anche in considerazione della mia volontà di rendere ampia e puntuale la divulgazione delle attività del coordinamento da me presieduto e dell'intero partito su tutti i territori.
Nello stesso tempo, tuttavia, mi consenta di far notare come sia opportuno distinguere tra i vari ruoli ricoperti anche da una stessa persona, onde evitare di operare generalizzazioni che possono finire per apparire strumentali.
A questo proposito colgo l'occasione per effettuare un invito personale a Lei e alla Sua testata a presenziare alla conferenza di oggi.
On. Rocco Girlanda

(postato alle 13.15)

———

Grazie per la Sua, ci saremo.

Redazione on line, h 14.25

————

Preg.mo On. Rocco Girlanda,
oggi pomeriggio, alle 18, farà la Sua prima uscita pubblica nella sala conferenze di un albergo di Spoleto quale neo Coordinatore regionale del Popolo della Libertà umbro per annunciare la nomina del nuovo coordinatore comunale del Pdl, il capogruppo in consiglio comunale Carlo Petrini.
La notizia circolava negli ambienti giornalistici già da qualche giorno, ma ha trovato una conferma nell’invito-mail che lo stesso Petrini ha inviato ieri, senza svelare l’oggetto dell’incontro (forse per aumentare la suspense?), a tutti i giornali e blog ad eccezione di Tuttoggi.info.
Il gruppo consiliare del Pdl Spoleto – Carlo Petrini, Alessandro Cretoni e Davide Militoni – rimane dunque coerente (sigh) con la decisione assunta lo scorso 17 ottobre di non inviare più i propri comunicati alla nostra Redazione.
Un attacco a queste colonne che si ostinano a non rinunciare al diritto di opinione e di critica verso chiunque è chiamato a ricoprire incarichi pubblici o gestire attività di interesse della collettività.
Uno schiaffo ai lettori di Tuttoggi.info che, come ben Lei sa, è da molto tempo il quotidiano on line più letto in Umbria con 4,6 milioni di visite l’anno (2,5 milioni di visitatori unici) e 57,8 milioni di pagine lette (fonti Awstats e Google).
Sarà per questo On. Girlanda che anche il Suo ufficio stampa, come quelli degli altri parlamentari, consiglieri e gruppi umbri del pidielle, è sempre attento a farci pervenire i propri comunicati. Ripagati con altrettanta attenzione dai giornalisti di questa Redazione.
Per la verità lo stesso Petrini, dismessi i panni di politico per quelli di presidente provinciale Federmoda, si premura di farci avere i comunicati della associazione di categoria che presiede.
In Italia si contano sulle dita di una mano i casi di politici che hanno “chiuso i cancelli” ai giornalisti, ma indubbiamente il Suo gruppo di Spoleto sentiva il bisogno di ottenere questo irrispettoso primato, censurabile se fatto da consiglieri comunali, deprecabile se confermato dal prossimo coordinatore comunale delle quarta città dell’Umbria.
Noi possiamo fare a meno di conoscere le comunicazioni del Pdl spoletino, senza con questo rinunciare a seguire, nel bene come nel male, le vicende del partito anche se ‘a distanza’. Ma nei confronti dei nostri lettori l’affronto ci appare a dir poco grave.
Per questo ci piacerebbe conoscere la Sua opinione in proposito, da Lei che per esperienza, professione e fiuto politico, tratta quotidianamente questioni legate ai media, al diritto di informazione, al rapporto politica-giornalismo e al rapporto politico-cittadino .
Grato per la sua attenzione,

Carlo Ceraso

Post scriptum: anche il Presidente Berlusconi ha accettato di entrare negli studi di “Servizio pubblico”; ora non siamo autorevoli come Gianni Dragoni, Michele Santoro o Marco Travaglio, ma Petrini & Co. di sicuro hanno ben poco imparato dal Cavaliere.


Condividi su:


Aggiungi un commento