Ad Orvieto in scena l'Opera quasi Rock di Arturo Annecchino & Synphònia Band "MISSALAIKA" - Tuttoggi

Ad Orvieto in scena l’Opera quasi Rock di Arturo Annecchino & Synphònia Band “MISSALAIKA”

Redazione

Ad Orvieto in scena l’Opera quasi Rock di Arturo Annecchino & Synphònia Band “MISSALAIKA”

Uno spettacolo programmato nell’ambito del Festival Diritti dedicato a proiezioni di lungometraggi e corti intorno al tema dei diritti umani
Gio, 18/10/2018 - 10:01

Condividi su:


Ad Orvieto in scena l’Opera quasi Rock di Arturo Annecchino & Synphònia Band “MISSALAIKA”

Nell’ambito del Festival Diritti a Orvieto (1 – 4 novembre, Orvieto – TR – www.dirittiaorvieto.it), dedicato a proiezioni di lungometraggi e corti intorno al tema dei diritti umani, un evento musicale speciale Sabato 3 novembre, nella splendida cornice del Teatro Mancinelli, con lo spettacolo MISSALAIKA, opera-concerto, quasi rock, scritta e interpretata da Arturo Annecchino con la Synphònia Band.

Il pianista e compositore Arturo Annecchino, autore di colonne sonore per teatro e cinema (sue le musiche di tutti gli ultimi film di Sergio Castellitto) con la collaborazione dei musicisti orvietani della Synphònia band e con un ospite speciale come la cantante e star croata Ivanka Mazurkijevic, porta in scena un’opera rock in cui la musica è legata da un sottile filo rosso che va dal progressive alla classica contemporanea, per un viaggio onirico senza confini.

MISSALAIKA è un caleidoscopio di stili, atmosfere, sonorità narranti che, in una lingua immaginaria, catturano attimi di un lungo viaggio: quello tra i mondi del cinema e del teatro, attraverso le musiche composte da Arturo Annecchino per questi stessi mondi, lasciando al pubblico la propria interpretazione.
La musica di MISSALAIKA sfugge a semplici definizioni. Dai suoni rock di brani come Nouei , ai ritmi avvolgenti e sussurrati di Tatatango, a nenie sognanti come Dan Din Den Don, la sua è certamente una musica che porta in superficie le emozioni viscerali quando è suonata nel corale delle sue voci e della sua band, ma che si eleva alle più alte sfere di empatia e sensibilità espressiva quando Arturo Annecchino è solo con il suo pianoforte, mezzo espressivo della sua anima più intima.

Una musica che spinge in mille direzioni opposte e si scontra nei vortici musicali attraverso ritmi, dissonanze e melodie che risuonano.

Formazione

Arturo Annecchino, Pianoforte

Ivanka Mazurkievic, Voce special guest

SYMPHòNIA BAND

Martina Sciucchino, Voce

Simone Stopponi, Chitarra

Alberto Porcacchia, Chitarra

Michele Fiori, Tastiere ed elettronica

Emanuele Ranieri, Basso

Luca Costantini, Batteria e percussioni


Condividi su:


Aggiungi un commento