"Acqua come risorsa del territorio", a settembre convegno di Legambiente - Tuttoggi

“Acqua come risorsa del territorio”, a settembre convegno di Legambiente

Redazione

“Acqua come risorsa del territorio”, a settembre convegno di Legambiente

Mar, 13/07/2021 - 09:29

Condividi su:


Invitati tutti i sindaci del comprensorio per discutere del futuro della risorsa

Appuntamento il 18 settembre per un grande convegno, organizzato dal Circolo Legambiente Foligno Valli del Topino, sul tema delle acque. Lo scopo è di sensibilizzare cittadini e istituzioni circa la necessità di ottimizzare, migliorare e regolare in modo coordinato il flusso delle acque provenienti dall’Appennino fino alla confluenza del Topino e dei suoi affluenti con il Chiascio. 

La nascita dell’evento

Il convegno nasce dall’esigenza di mostrare le problematiche connesse all’uso (e abuso) delle acque superficiali e sotterranee, aggravato negli ultimi anni dal cambiamento climatico, per le quali sarà importante raccogliere proposte fattive circa un utilizzo conservativo della risorsa acqua, proposte concrete di risoluzione delle criticità, nonché eventuali interventi di ordine normativo e regolamentativo.

Quali investimenti

Nell’incontro, oltre ad analizzare varie  problematiche quali il minimo vitale del corso d’acqua, prelievi, inquinamenti, dispersioni, riciclo dell’acqua, coordinamento delle manutenzioni, servizi eco sistemici, avrà proprio l’obiettivo di capire quali investimenti sono in corso di attuazione e quanti verranno ancora richiesti (ad esempio tramite il PNRR) sia per la rete idrica che per i corsi d’acqua. Il convegno  inoltre vorrebbe portare all’attenzione pubblica l’importante patrimonio naturale idrico a disposizione della valle umbra sud e delle sue comunità e far capire che tale risorsa economica e sociale, se gestita in maniera corretta, può essere determinante.

Il programma

Data: sabato 18 settembre

Ora: 15.00 – 18.30

Luogo: Sala Rossa di Palazzo Trinci gentilmente offertaci dal comune di Foligno.

Programma

Saluti Istituzionali

Stefano Zuccarini, sindaco di Foligno.

Relatori:

  • LEGAMBIENTE Le attività svolte sui corsi d’acqua della Valle Umbra e anomalie riscontrate” Marco Novelli, presidente Legambiente Foligno e Valli del Topino;
  • REGIONE UMBRIA Ing Angelo Raffaele Di Dio “le concessioni di acque minerali, aspetti normativi”;
  • USLUmbria2 dr. Armando Mattioli “inquinamento acque superficiali e profonde: la valutazione di impatto ambientale e l’acqua che bevo”;
  • ARPA (agenzia regionale per la protezione ambiente)La qualità delle acque superficiali e sotterranee della Valle Umbra e i relativi prelievi;
  • CONSORZIO BONIFICA UMBRA Presidente Paolo Montioni “criteri di manutenzione dell’alveo del Topino e dei suoi affluenti ”;
  • AURI (autorità umbre rifiuti e idrico) Ing. Landi Riccardo Gestione del sistema idrico integrato nella valle del Topino e dei suoi affluenti;

Ore 18.00 Collegamento in video con il conduttore di programmi scientifici, divulgatore, biologo svizzero già direttore di PRO NATURA IN Svizzera Prof. CHRISTIAN BERNASCONI. Temi: errori del passato, flussi minimi, prospettive future, depuratori di nuova generazione.

Coordinamento a cura del dr. MASSIMO LORENZONI, presidente associazione degli ittiologi acque dolci (AIIAD) “La fauna ittica del fiume Topino e il suo ruolo come indicatore ambientale”.

Gli invitati

Sono Invitati a partecipare: SINDACI DEI COMUNI DI GUALDO T., NOCERA U., VALTOPINA, TREVI, CAMPELLO, SPOLETO, MONTEFALCO, BEVAGNA, CANNARA, ASSISI, SPELLO, PASSAGGIO DI BETTONA, FOLIGNO, COMITATO DIFESA DELLE SORGENTI DELL’APPENNINO, FIPSAS, ARCI PESCA, ENAL PESCA, LIBERA PESCA, CPA, NOCERA UMBRA BORGO GREEN, LE ASSOCIAZIONI PESCATORI, COMITATO PER LA DIFESA DELL’ACQUA E DELL’ARIA A BEVAGNA, CIA, CONFAGRICOLURA, COLDIRETTI, I CITTADINI TUTTI.

I temi

Verranno inoltre affrontati temi come il minimo vitale del corso d’acqua, prelevamenti, inquinamenti, dispersioni, riciclo dell’acqua, coordinamento delle manutenzioni, servizi eco sistemici, acqua in cambio di.., dove finisce la quota “depurazione”, deviazioni di corsi, reti duali, reti obsolete (anche con eternit), eventuali progetti da inserire nel ricovery plan, l’invaso di Acciano e il suo utilizzo.

Per gli interventi sono concessi dieci minuti che potranno variare in relazione dell’importanza a discrezione del moderatore.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!