A palazzo Collicola il docu-film "Lettere a Francesca" su Vincenzo Maria Rippo

A palazzo Collicola il docu-film “Lettere a Francesca” su Vincenzo Maria Rippo

Redazione

A palazzo Collicola il docu-film “Lettere a Francesca” su Vincenzo Maria Rippo

Mer, 03/08/2022 - 11:03

Condividi su:


"Lettere a Francesca" è un film che ha dato forma alle ‘immagini di poesia’ che la vicenda umana e poetica di Vincenzo Rippo ha lasciato come eredità ai giovani ed alle generazioni di sempre.

‘Spoleto Back Beat’ e l’Associazione culturale ‘Opera Prima’, presentano, nell’ambito del programma di ‘Accade d’estate a Spoleto’, il film documentario ‘Lettere a Francesca’ del regista Stefano Alleva, ispirato alla figura e all’opera poetica e letteraria di Vincenzo Maria Rippo, che  nato a Napoli, ha trascorso a Spoleto gli anni più formativi della sua breve vita. La sua opera è stata considerata “una clamorosa rivelazione poetica e un autentico caso letterario”  e la sua figura di giovane intellettuale, sensibile, intelligente, disponibile ed attento alle varie manifestazioni dell’animo umano.  

“…cara Francesca, sfogliando le pagine di un giornale, ho avuto l’occasione di incontrare il tuo nome,e ho pensato di scriverti…” Ventitré anni di vita, scanditi da un’intensità biografica ed intellettuale esemplare, che le diciannove Lettere a Francesca, distribuite in un arco di tempo che va dal 1965 al ’70, aiutano a svelare nei loro risvolti più intimi ed umani. Una costante, vibrante confessione sulle ragioni e non ragioni dell’esistere, sui valori della fede, sui problemi della cultura, sulle prospettive della poesia. Una proiezione della vicenda individuale sullo schermo degli anni sessanta.

“Lettere a Francesca” è un film che ha dato forma alle ‘immagini di poesia’ che la vicenda umana e poetica di Vincenzo Rippo ha lasciato come eredità ai giovani ed alle generazioni di sempre.

Dopo la proiezione del film, si assisterà alla lettura interpretativa di alcune lettere Francesca, a cura di Ewa Spadlo unitamente alle immagini fotografiche di Alessandra Cetorelli, e a seguire, gli interventi musicali di Agostino Bolletta, Paolo Massari e della band ‘Sgominare l’impuro’, ‘testimonial’ di tre diverse generazioni che, rappresentano ancora ‘la comunicazione invisibile’ ed il vissuto quotidiano di una realtà in cerca di futuro.

L’appuntamento è per venerdì 5 agosto alle ore 21:00 allo Spazio-terrazza di Palazzo Collicola. Ingresso libero.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!