A Norcia II^edizione di "Hempiness Music Festival", in memoria di Emanuele Tiberi - Tuttoggi

A Norcia II^edizione di “Hempiness Music Festival”, in memoria di Emanuele Tiberi

Redazione

A Norcia II^edizione di “Hempiness Music Festival”, in memoria di Emanuele Tiberi

Dom, 29/08/2021 - 08:30

Condividi su:


In occasione della seconda edizione di Hempiness Music Festival , il 3 e 4 settembre 2021, l’incantevole scenario del Parco nazionale dei Monti Sibillini si immergerà in tre giorni di musica e seminari sulla sostenibilità.

Hempiness Music Festival nasce dal desiderio di onorare la memoria di un amico eccezionale, Emanuele Tiberi, e ricordarlo attraverso le sue più grandi passioni.

La sua straordinaria carriera nell’ambito musicale lo ha portato infatti a viaggiare in tutto il mondo e a collaborare con musicisti di fama internazionale.

Il suo interesse per la canapa e la crescita sostenibile lo ha spinto a sviluppare un progetto di agricoltura sinergica e di bioedilizia nell’azienda agricola della sua famiglia,

Le Terre di Quarantotti, sui cui terreni avrà luogo la manifestazione.

Particolarmente rilevante la sua collaborazione artistica con la band inglese Will and The People con cui viveva e lavorava da molti anni, di cui era anche produttore musicale oltre che tecnico del suono.

Passeggiate e tanta musica: nelle serate del 3 e del 4 settembre saliranno sul palco del festival artisti provenienti dal panorama indipendente nazionale e grandi nomi internazionali, in un mix unico destinato a lasciare il segno.

3 SETTEMBRE

LEO GASSMANN | ESPANA CIRCO ESTE | PEDESTRIANS | JOON

Ad aprire la prima serata di musica ci saranno BIPUNTATO, CASCATE e SHOW PONY JOON musicista e produttrice maltese il cui album d’esordio arriva dopo ben 10 anni da quando ha cominciato a scrivere musica, dopo che un serio incidente d’auto l’ha aiutata a mettere a fuoco le sue ambizioni artistiche. I 12 brani del disco caratterizzati dal glaciale suono del synth-pop emanano vibrazioni positive preannunciando una nuova stella nel firmamento dell’etichetta italiana Italians Do It Better.

I PEDESTRIANS porteranno sul palco del festival il loro reggae pop che negli ultimi anni ha illuminato importanti festival europei, primo tra tutti il Montreux Jazz Festival. Il loro suono unico e dinamico, unisce diverse influenze artistiche e musicali che non manca mai di esplodere in elettrizzanti performance dal vivo. In concomitanza con l’uscita del loro primo LP “Sweet Space” nel 2019 la band svizzera si è esibita in tutta Europa (Germania, Inghilterra, Italia e Svizzera).

Appena 5 anni di attività e sono più di 500 i concerti in Italia ed Europa per gli ESPAÑA CIRCO ESTE.

La musica degli E.C.E. è Latin Pop Punk, è Tango, è Cumbia, è Reggae che esplodono dal vivo attraverso una ritmica potente e distorta. Un sound unico ribattezzato Tango-Punk. Tutto ha inizio nel 2013 quando la band pubblica l’E.P. IL BUCATESTA, andato più volte in ristampa senza alcuna distribuzione e promozione ufficiale e con più di 114 concerti lungo tutta l’Italia e Spagna.

LEO GASSMANN nasce a Roma il 22 novembre del 1998, una famiglia di artisti e un cognome impegnativo. A 19 anni viene selezionato per essere uno dei dodici concorrenti di X Factor 12 arrivando alla semifinale e dimostrando un talento singolare nella scrittura e nella voce. Nel 2020 vince la categoria Nuove Proposte del Festival di Sanremo con il brano “Vai bene così”,confermando le sue doti da cantautore e grande maturità e intensità di interpretazione nonostante la sua ancora giovanissima età. Il Videoclip di “Vai Bene Così”, che ad oggi vanta oltre 7 milioni di visualizzazioni su YouTube, gli vale il Premio Roma Videoclip Sanremo Giovani 2020 ricevuto durante l’edizione della Festa del Cinema di Roma.In seguito a questi importanti traguardi Leo Gassmann pubblica “Strike”, il suo album d’esordio che supera gli 11 milioni di streaming, dalla quale sono estratti i singoli “Maleducato” e “Mr.Fonda”.

4 SETTEMBRE:

JPSON | JACK AND THE WEATHERMAN |

GUACÁYO | WILL AND THE PEOPLE

Il 4 settembre i primi protagonisti saranno FUZZO RAIMI, THE SHALALALAS e WHAT RULES.

Formatosi tra due oceani sulle coste del Sud Africa, JPSON ha cavalcato le onde della vita fino all’Europa e definito uno stile musicale che può essere descritto come “Fresh Folk”. Una musica che proietta nel groove del momento presente facendoti dimenticare per un po’ i problemi della vita quotidiana.

Originari di Haarlem (Paesi Bassi), Berry ‘Jack’ Krikken e Sebastiaan ‘Weatherman’ Weerman sono JACK AND THE WEATHERMAN. Due amici e la loro band con la missione di portare le loro canzoni piene di sole in giro per il mondo. I loro brani sono una combinazione di elementi pop, folk, reggae e hip hop con testi positivi e profondi.

Hanno collezionato una hit dopo l’altra su Spotify, con milioni di ascolti a livello globale ed un disco d’oro in Olanda per “Till The Sun Comes Up” e numerosi tour internazionali con spettacoli in Germania, Austria, Svizzera, Ungheria, Spagna, Portogallo, Repubblica Ceca ed Inghilterra.

“Dire di no con tutto il tuo cuore” proclama la band un venerdi sera su un palco ad Amburgo, proseguendo poi con la loro canzone successiva. Con GUACÁYO ed il loro suono fresco, si tratta essenzialmente di esprimere emozioni, come in tutte le loro esibizioni. Musicalmente difficili da categorizzare, esistono in uno spettro peró, un indie-pop unico con influenze dal reggae all’hip-hop. Cantano temi che spaziano dal femminismo alle restrizioni mentali, dall’ambientalismo ai sentimenti piú profondi. Una critica culturale che fornisce anche un’occasione per ballare e cambiare

“Non ci sono limiti a quello che possiamo fare come band, sia dal punto di vista musicale che creativo. Ci immaginiamo così anche fra vent’anni, siamo qui per restare.

Vogliamo cambiare il corso della storia” parola di WILL AND THE PEOPLE.

La band britannica torna in Italia con il suo melting pot musicale fatto di rock, ska e reggae.

Con sonorità simili a quelle di Iggy and The Stooges, dal modo in cui suonano, parlano e vivono le loro vite è chiaro che non stanno seguendo il classico copione.

Suonano perchè è ciò che li fa stare bene, sentire liberi e completi.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!