A GIANO TORNA LA “MANGIAUNTA”, IL PERCORSO GASTRONOMICO NEI FRANTOI LOCALI

A GIANO TORNA LA “MANGIAUNTA”, IL PERCORSO GASTRONOMICO NEI FRANTOI LOCALI

share

Si apre domani con “Frantoi aperti” e la terza edizione della “Mangiaunta” il ricco novembre di Giano dell'Umbria. Nel centro di Giano, dunque, ad aprire le “danze” sarà la Mangiaunta, terza edizione di un percorso gastronomico in quattro frantoi locali che già lo scorso anno ha accolto un migliaio gli appassionati: nella giornata di sabato 4 novembre il tour si svolgerà dalle 16.00 alle 19.00 mentre domenica 5 novembre si potrà degustare in libertà sia la mattina, dalle 11.00 alle 13.00, che nel pomeriggio, sempre dalle 16.00 alle 19.00.

Presso l'Oleificio Bartoloni (Loc. S. Stefano) il tema delle degustazioni sarà “Bruschetta e….patata di Colfiorito sotto il fuoco”; “Bruschetta e…lenticchia locale” per il Frantoio Del Sero Giuseppe (Loc.Moriano, Pian della Noce), mentre al Frantoio Flamini (Loc. Bivio Moscatini) la bruschetta si sposerà con il sedano nero di Trevi in pinzimonio; quarta tappa il Frantoio Speranza (Giano dell'Umbria) che proporrà, insieme alla bruschetta i tradizionali ceci locali. Ai visitatori che completeranno il percorso di degustazioni sarà offerta in omaggio una bottiglia di olio novello per arricchire i propri piatti e ricordare una giornata particolare in quel di Giano.Per ulteriori informazioni si può visitare il sito internet www.leviedellolio.info o chiamare il numero 0742.931947/32.

“Le feste dell'olio – spiega il Sindaco di Giano dell'Umbria, Paolo Morbidoni – sono un'ottima occasione per conoscere meglio il territorio di Giano dell'Umbria e il suo olio, ma anche per entrare in una atmosfera unica che è quella della raccolta e della molitura delle olive. Quest'anno saranno molte le iniziative in cui sarà solleticato il gusto, ma anche la testa, per far crescere sempre di più un consumo di qualità e consapevole. Attraverso queste manifestazioni e la valorizzazione della monocultivar autoctona “S.Felice”, stiamo costruendo una nicchia dell'eccellenza che accresce le potenzialità di questi territori e, nel complesso, dell'Umbria minore, che è un vero giacimento – ancora poco esplorato – di sapori e di cultura”.

 

E dopo la “Mangiaunta”, Giano si preparerà subito ad una nuova iniziativa: la “Rievocazione della festa della frasca“. Una manifestazione giunta alla dodicesima edizione e che si terrà dal 23 al 25 novembre.Il programma prevede l'apertura venerdì 23 alle ore 20 presso l'ex molino Sacchi della “Bruschetteria del Fachiro laureato”. Sabato 24 alle 10.30 il convegno “I talenti nel cuore dell'Umbria: la nuova agricoltura, tra vini e oli di qualità”, mentre alle 12, in piazza del municipio, ci sarà l'inaugurazione ufficiale della XII edizione della manifestazione “Le Vie dell'Olio”. Seguirà alle 15 “Oleo/vagando tra olivi millenari, abbazie benedettine e frantoi aperti…”. La serata si concluderà all'hotel park Montecerreto ci sarà il “Galà dell'olio”.Domenica 26 per tutto il giorno ci sarà “La fiera dell'olio nuovo”, seguita da degustazioni e dalla rievocazione della festa della frasca (ore 14.30). In programma la sfilata del carro con la frasca e dei coglitori in abito tradizionale, l'esibizione del gruppo folkloristico Agilla e Trasimeno e la degustazione gratuita di Bruschetta e olio e prodotti tipici locali. La manifestazione è inserita nell'ambito della 6° giornata nazionale di “Pane e Olio in Frantoio” dell'Associazione Nazionale Città dell'Olio.

Per ulteriori dettagli : leviedellolio.info

share

Commenti

Stampa