A Bevagna parte la 'democrazia direttissima' - Tuttoggi

A Bevagna parte la ‘democrazia direttissima’

Redazione

A Bevagna parte la ‘democrazia direttissima’

I cittadini potranno inviare domande direttamente a sindaco e giunta / Risposte entro un mese in assemblee pubbliche
Gio, 05/06/2014 - 14:23

Condividi su:


A Bevagna è pronta a scattare una vera e propria rivoluzione democratica all’insegna della partecipazione e della massima trasparenza.

Filo diretto e porte aperte – Ogni cittadino potrà chiedere informazioni e porre quesiti direttamente al sindaco e agli assessori competenti, l’amministrazione comunale si impegna a dare risposte e chiarimenti entro un mese. Al progetto ‘filo diretto’ si affianca anche l’operazione ‘porte aperte’: il Palazzo Comunale torna infatti ad essere la casa di tutti i bevanati, con assemblee pubbliche che si svolgeranno proprio nella Sala della Giunta.

Il sindaco: ‘evitare disinformazione’ – “La gente ha il diritto di essere informata su tutte le questioni che riguardano la nostra città e noi abbiamo il dovere ed il piacere di farlo – spiega con orgoglio il sindaco Analita Polticchia – un rapporto diretto e trasparente tra amministratori e cittadini – rileva – evita la disinformazione, che spesso si trasforma in cattiva informazione e rischia di sfociare in diffamazione.

Ecco come funziona – Ogni ultimo sabato del mese, dalle 10 alle 12.30 io ed i miei assessori saremo a disposizione dei bevanati nella Sala della Giunta o all’auditorium Santa Maria Laurentia per un incontro aperto con i cittadini, le associazioni culturali, sociali ed i giornalisti”. Il modulo per le domande può essere comodamente scaricato da casa tramite il sito internet del Comune di Bevagna e rispedito ad info@comune.bevagna.pg.it o ritirato e riconsegnato presso l’ufficio protocollo. Le assemblee cittadine saranno convocate con avvisi nel portale web e con tradizionali manifesti istituzionali.

Question Time pubblico – Si tratta di un vero e proprio ‘Question Time’ pubblico: le domande dovranno avere per oggetto esclusivamente temi d’interesse pubblico, saranno trattate in base all’ordine di arrivo, ed i richiedenti avranno cinque minuti di tempo per argomentarla.A fornire risposte e chiarimenti, come detto, sarà lo stesso sindaco o l’assessore competente.

‘Guardiamo in faccia la gente’ – ‘Abbiamo voluto sfruttare le infinite possibilità offerte dalle nuove tecnologie, recuperando al tempo stesso il contatto diretto con i cittadini – commenta il sindaco Analita Polticchia – si torna alle classiche assemblee civiche, con gli amministratori che ci mettono la faccia e guardano in faccia la gente, riaprendo letteralmente le porte alla cittadinanza’.

 

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!