A 16 anni ai Campionati del Mediterraneo di scherma, video intervista a Emma Guarino

La giovane ternana a Cagliari per i Campionati del Mediterraneo. Intanto il Circolo Scherma Terni promuove un progetto per i bambini con i sintomi di ADHD

share

C’è anche una 16enne di Terni a rappresentare l’Italia ai Campionati del Mediterraneo di scherma, da oggi a domenica al Pala Pirastru di Cagliari. In pedana ci saranno i migliori talenti giovanili della scherma dei Paesi che si affacciano sul bacino del Mar Mediterraneo.

Tra i 34 azzurri convocati c’è anche Emma Guarino del Circolo Scherma Terni, che rappresenterà l’Italia nella sciabola femminile Cadetti insieme a Francesca Burli e Margherita Colonna.

Una grande emozione e un onore, la prima volta per me in una gara così importante – racconta Emma Guarino, reduce dal secondo posto alla Prova Nazionale Cadetti che si è tenuta pochi giorni fa proprio a Terni – sono stata molto concentrata per tutto il torneo, poi in finale non sono riuscita a dare il meglio e un po’ questo mi ha dato fastidio. A Cagliari sarà curiosa soprattutto di confrontarmi con atlete di altri paesi”.

La convocazione rappresenta un grande orgoglio per il Circolo Scherma Terni e il particolare per il Maestro Leonardo Sciarpa: “E’ una grande emozione perché Emma ha iniziato con me a 8 anni e sono sempre stato al suo fianco. Per il Circolo Scherma Terni è il proseguimento di una lunga tradizione”.

L’Italia, nelle categorie Cadetti e Giovani, sarà in pedana anche con le fiorettiste Irene Di Biasio, Alice Gambitta e Benedetta Pantanetti, coi fiorettisti Rajan Adoul, Francesco Giovanni Paolo Fiore e Matteo Panazzolo. Per gli sciabolatori Ciro Buenza, Pietro Di Gianvito e Lorenzo Ottaviani. A rappresentare la spada azzurra invece saranno Margherita Baratta, Gaia Caforio, Carola Maccagno, Simone Mencarelli, Enrico Piatti e Dario Remondini. Si parte venerdì 1 febbraio con le gare riservate ai Cadetti. Sabato 2 febbraio spazio invece alle gare della categoria Giovani, mentre domenica inizieranno dapprima le competizioni per la categoria Minimes/under15 ed a seguire le gare a squadre miste.

Circolo Scherma Terni sostiene progetto per bambini con sintomi di Adhd

Il Circolo Scherma Terni, da sempre attento anche al risvolto sociale legato allo sport, aderisce e sostiene il progetto “A Tutta Scherma”, rivolto a bambini dai 5 ai 14 anni di età che presentano sintomi di ADHD, meglio noto come Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività. L’obiettivo è raccogliere la cifra di 10.000 euro entro il prossimo 9 marzo.

Per sostenere il progetto, finalizzato alla realizzazione di uno spazio integrato di prevenzione e monitoraggio per i bambini in questa fascia d’età attraverso lo sport, è possibile effettuare donazioni cliccando qui. Il donatore avrà diritto a scegliere una ricompensa, ad esempio per chi dona 500 euro la ricompensa sarà passare una giornata insieme al campione del mondo Alessio Foconi. Fondazione Vodafone raddoppierà il contributo al raggiungimento del traguardo di 10.000 euro.

L’ADHD come altre forme di disturbi attentivi e comportamentali è in crescente aumento nella nostra società ed il contesto sportivo, adeguatamente strutturato e gestito da personale preparato, presenta punti di forza unici nell’intervento per questo tipo di problematiche. All’interno del Palazzetto Waro Ascenzioni, sede del Circolo Scherma Terni, tutti i bambini coinvolti verranno avviati alla pratica della scherma ed impareranno a gestire la competitività e l’aggressività, a rispettare le regole, a rispettare e valorizzare le relazione coi compagni, ad aumentare i tempi di attenzione e ad apprendere, contemporaneamente, le tecniche della disciplina.

Intanto, per quanto riguarda il campione Alessio Foconi, sul sito https://italiansportraitawards.it/vota/ fino al 17 febbraio si può votare l’atleta ternano che è in lizza per il premio nella categoria “Rivelazione Uomini” degli Italian Sportrait Awards 2019. E’ possibile votare fino a un massimo di due volte.

share

Commenti

Stampa