Terni, scuole e sicurezza | 3 milioni per lavori di adeguamento antisismico

Terni, scuole e sicurezza | 3 milioni per lavori di adeguamento antisismico

Verifiche della Provincia, prima dell’avvio dell’anno scolastico

Massima attenzione alla situazione dei 23 edifici scolastici che ospitano le scuole superiori di competenza dell’amministrazione provinciale. La assicurano il presidente, Giampiero Lattanzi, e la dirigente al settore, Donatella Venti, che ha pochi giorni dal via del nuovo anno scolastico hanno attivato una serie di attente verifiche su tutti i plessi per monitorare la loro situazione soprattutto in materia di sicurezza. “I controlli e i monitoraggi – spiegano Lattanzi e Venti – sono condotti in collaborazione con i dirigenti scolastici seguendo soprattutto le loro richieste e le loro indicazioni. La situazione generale – sottolineano poi – è soddisfacente soprattutto per via dei corposi e numerosi interventi fatti gli anni passati, prima che arrivassero i tagli della incompiuta riforma delle Province”.

Per le scuole intanto è arrivato recentemente il finanziamento di oltre 3 milioni e 200mila euro ripartito dalla Regione a seguito dello stanziamento di 7 milioni e 877mila euro del ministero dell’economia per l’Umbria finalizzato alla prevenzione sismica, alla messa in sicurezza, all’adeguamento alle norme e all’efficientamento energetico.  “E’ una notizia molto importante – commentano presidente e dirigente – che ci permette di riprendere gli interventi di messa in sicurezza, la maggior parte dei quali interrotti per le note vicende legate alle Province e al bilancio dell’ente”.

Queste le scuole che saranno finanziate: Istituto tecnologico di Terni (ex Itis, 710mila euro), Liceo classico Tacito di Terni (275.709 euro), Ipsia di Orvieto (166.942 euro), Liceo artistico Metelli di Terni (465.500 euro), Liceo Galilei di Terni (292.392 euro), Liceo artistico ex Itg di Terni (639.988 euro), Liceo Gandhi di Narni e altri edifici fra narnese e amerino (731mila euro).