Maratona di New York, Leonardo Cenci batte il suo record | Gli altri umbri in gara ed i tempi

Maratona di New York, Leonardo Cenci batte il suo record | Gli altri umbri in gara ed i tempi

Ha chiuso la 47esima NYC Marathon in 4 ore, 6 minuti e 16 secondi, superando le aspettative | Vari gli umbri in gara, i tempi

Leonardo Cenci ce l’ha fatta: ha completato la Maratona di New York e lo ha fatto migliorando non solo il tempo dello scorso anno, ma anche il suo obiettivo. Il 45enne perugino, simbolo della lotta contro il cancro, ha chiuso la NYC Marathon in 4 ore, 6 minuti e 16 secondi, con una media di 5′ 51” a km.

Con il pettorale 56858, Leo Cenci è stato il portabandiera ideale del 3002 italiani (la Nazione più rappresentata tra le decine di migliaia di partecipanti) alla maratona. Dopo aver chiuso nel 2016 la NYC Marathon in 4h 27’57” in qualità di primo italiano al mondo ad aver corso una maratona con un cancro in atto, è riuscito quindi nel suo intento di essere l’unico uomo al mondo – secondo quanto risulta – a correre due maratone con un cancro in atto, migliorando il tempo dello scorso anno. Il suo obiettivo era di percorrere gli oltre 42 km nella Grande Mela in 4 ore e 15 minuti, ma è riuscito a fare di meglio, tagliando il traguardo dopo 4 ore e 6 minuti.

Testimonial contro il cancro – “Mi sento una grande responsabilità addosso – aveva commentato Leonardo prima della gara – perché so che il messaggio che voglio dare è importante. Voglio essere il testimonial di un cambiamento epocale. Voglio rendere la malattia e la parola ‘cancro’ meno paurose e ce la metterò tutta per riuscirci. Correrò tutta la maratona con il sorriso e mi gusterò il tutto, passo dopo passo. Qui a New York sono stato coinvolto in numerose iniziative. Mi hanno definito ambasciatore dell’Umbria, portabandiera ideale dei 3002 italiani che correranno la maratona… Mi sento veramente una persona fortunata. Spero che questa mia impresa – conclude Cenci – possa servire a trasmettere questo messaggio di amore per la vita e di lotta contro il cancro”.

Altri umbri in gara – Ad accompagnare Leonardo Cenci c’erano anche vari umbri. Il tempo migliore è stato quello del ternano Lorenzo Felici, che ha completato la maratona in 2h39’42”. Presente immancabilmente alla NYC Marathon lo spoletino Piergiorgio Conti, volato da Spoleto a New York per la 16esima volta nonostante qualche problema fisico che non gli ha consentito di raggiungere i risultati che si era prefissato: ha chiuso in 2h52’18”. Da Spello c’era l’imprenditore Antonio Baldaccini, amministratore delegato di UmbraGroup, che ha completato la maratona in 4h4’47’’. Da Perugia i fratelli Luca Brustenghi (3h38’04”) e Chiara Brustenghi (3h42’41”). Ha concluso la maratona in 4h49’57” il dipendente regionale Luca Aiello, di Corciano, non vedente, che nei giorni scorsi aveva ricevuto l’incoraggiamento dell’assessore regionale Luca Barberini. Ad accompagnarlo Michele Caldarelli (4h50′). Nutrito, oltre a Lorenzo Felici, il gruppo dei ternani, capitanati dal presidente dell’Amatori Podistica Terni, Fabio Laoreti: 4h58’16” il suo tempo. Marcello Vettese ha concluso la maratona in 5h,05’51”, Bruno Sardonini con 4h39’40”, Roberto Valeri 4h24’10”, Sabina Nini 3h40’08”, Antonio Valzano 3h57’43”, Claudio Felici 5h07’35”, Edoardo Felici 3h00’33”.

Alle 22 (ora italiana) stavano ancora gareggiando altri umbri: Marco Taccucci, Stefano Ciliani, Ubaldo Martoni, Giacomo Grillo.