XXI “Musica Insieme Panicale”, apertura al Santuario di Mongiovino - Tuttoggi

XXI “Musica Insieme Panicale”, apertura al Santuario di Mongiovino

Redazione

XXI “Musica Insieme Panicale”, apertura al Santuario di Mongiovino

Lunedì 20 agosto il duo Giottoli-Dillon presenta “Mirrors”
Dom, 19/08/2018 - 06:50

Condividi su:


XXI “Musica Insieme Panicale”, apertura al Santuario di Mongiovino

Sarà il Santuario di Mongiovino ad ospitare lunedì 20 agosto alle ore 21 il concerto d’apertura di Musica Insieme Panicale 2018. Protagonista il Duo Claudia Giottoli, flauto, e Francesco Dillon, violoncello, con Mirrors, spettacolo che contrappone brani del Sei-Settecento con composizioni recenti, nelle quali a volte tra i tanti nuovi momenti strutturali e sonori sono percettibili lontani riflessi di una vasta memoria musicale.

Giunto alla 21° edizione il Festival quest’anno è dedicato al suo fondatore, il M° Klaus Huber, scomparso lo scorso ottobre. Cinque concerti fino al 30 agosto che rendono omaggio al compositore svizzero che oltre venti anni fa insieme alla moglie, Maestro Younghi Pagh-Paan, ebbe l’intuizione di dar vita a Panicale ad una rassegna incentrata sulla contemporaneità.

“Vogliamo continuare questo progetto – dichiara l’attuale direttore artistico Joachim Steinheuer – nello spirito di Huber e dedichiamo l’edizione di quest’anno alla sua memoria”.

L’edizione 2018 vede il ritorno di artisti molto apprezzati anche dal Maestro Huber, accanto a musicisti giovanissimi e interpreti affermati. Repertori diversi tra loro (dalla musica antica per organo, a quella contemporanea per flauti dolci o violoncello e flauto traverso, alla musica klezmer) che fanno percepire l’incredibile ricchezza e varietà che la parola Musica accoglie al suo interno. Il cartellone è frutto di una selezione operata da Steinheuer, musicologo all’Università di Heidelberg, che dal 2011 è direttore artistico del festival.

La nuova stagione comprende cinque concerti per uno o due solisti; ciascuno dei primi quattro rappresenta, in modo diverso, un dialogo tra musica antica e musica contemporanea.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!