Volontariato, firmato il protocollo tra zona sociale 4 e Cesvol - Tuttoggi

Volontariato, firmato il protocollo tra zona sociale 4 e Cesvol

Redazione

Volontariato, firmato il protocollo tra zona sociale 4 e Cesvol

Il progetto va a potenziare il ruolo prezioso e insostituibile che il volontariato svolge nel sistema degli interventi sociali e sanitari
sabato, 14/09/2019 - 08:55

Condividi su:


Volontariato, firmato il protocollo tra zona sociale 4 e Cesvol

Nei giorni scorsi è stato firmato in Municipio a Marsciano, alla presenza del sindaco Francesca Mele e dell’assessore alle politiche sociali Manuela Taglia, un protocollo di intesa tra il Cesvol Umbria (Centro Servizi per il Volontariato) e la Zona sociale N. 4 della Media Valle del Tevere. Il documento è stato sottoscritto dal Presidente del Cesvol Giancarlo Billi e, per il Comune di Marsciano, che è capofila della Zona sociale, dalla responsabile del settore Sara Ciavaglia.

“Un progetto di particolare rilievo per i Comuni della Zona Sociale – ha affermato l’assessore Taglia – che va a potenziare il ruolo prezioso e insostituibile che il volontariato svolge nel sistema degli interventi sociali e sanitari. Un’occasione importante, questa, di cooperazione con il Cesvol Umbria, che opera sostenendo progettualità di volontariato attraverso cooperazioni fattive tra soggetti del territorio”.

Il protocollo, della durata di tre anni, sancisce la collaborazione tra Cesvol e Comuni della Zona sociale nell’ambito delle attività di volontariato e dell’associazionismo. Sono state poste come finalità la promozione della solidarietà e della cittadinanza attiva attraverso una rete di contatti che garantisca uno scambio di informazioni costante.

I Comuni si impegnano a rendere disponibili spazi per la realizzazione di corsi di formazione, seminari e incontri organizzati dal Cesvol Umbria e a mettere a disposizione delle sedi, in particolare due a Marsciano e una a Todi, per permettere lo svolgimento delle attività di servizio del Cesvol. Questo, dal canto suo, si impegna a definire una banca dati unica dell’associazionismo e del volontariato accessibile ai Comuni, operante nella Zona Sociale n. 4 e ad accompagnare l’associazionismo nei percorsi di aggiornamento e di innovazione sociale, culturale e progettuale, collegati al processo di riforma del Terzo Settore.

Tutti aspetti volti a favorire una relazionalità continua, che consenta una organizzazione sinergica ed integrata delle attività della Zona e delle associazioni, al fine di evitare riproduzioni e sovrapposizioni di progetti, iniziative e servizi.

A questo scopo interviene anche la realizzazione del progetto “Ricerca-azione: associazionismo e partecipazione nei Comuni Media Valle del Tevere”, che la Zona Sociale è impegnata a cofinanziare. Si tratta di un progetto di rilevazione della presenza numerica e qualitativa delle associazioni e della partecipazione del volontariato in attività a favore del territorio e delle sue comunità che permetterà di mettere in rete le buone prassi.


Condividi su:


Aggiungi un commento