Volontariato e Protezione CIvile protagonisti a Bastia Umbra per "I colori della Primavera" - Tuttoggi

Volontariato e Protezione CIvile protagonisti a Bastia Umbra per “I colori della Primavera”

Redazione

Volontariato e Protezione CIvile protagonisti a Bastia Umbra per “I colori della Primavera”

Lun, 23/04/2012 - 15:29

Condividi su:


Dimostrazioni con una autopompa di ultima generazione, respirazione bocca a bocca sui manichini-neonati, montaggio di una tenda gonfiabile (solitamente utilizzata per i primi soccorsi in caso di calamità naturali), esercitazioni con cani antidroga e distribuzione di gadget per invitare le persone a donare il sangue. Sono stati gli elementi caratterizzanti della seconda ed ultima giornata della terza edizione de “I colori della primavera”, cartellone di eventi dedicato allo shopping, che si è svolto lo scorso fine settimana a Bastia Umbria. Nella giornata di domenica, infatti, i protagonisti della due giorni sono stati proprio i vigili del fuoco di Assisi, la Croce rossa, la Protezione civile, i carabinieri dei nuclei cinofili e artificieri e l’Avis comunali di Bastia Umbra che hanno dimostrato alla cittadinanza l’efficienza e la dinamicità degli interventi in caso di emergenza, a seguito di calamità naturali e di azioni di controllo. L’edizione 2012, promossa e organizzata dal consorzio Umbra City Mall, ha avuto come tema principale, dunque, il volontariato e la protezione civile, soggetto sociale che ha trovato un ampio spazio all’interno della rassegna omonima, giunta al suo terzo anno di vita. E per riconoscere l’importanza del lavoro e dell’impegno quotidiano sul territorio di questi soggetti, nel pomeriggio di domenica, sono stati premiati dal presidente del consorzio Marco Caccinelli. “È un piccolo omaggio a coloro che hanno reso possibile inserire, all’interno del programma variegato de ‘I colori della primavera’ – ha spiegato Caccinelli -, la ‘Rassegna del volontariato e della protezione civile’. Un appuntamento importante che ha permesso ai cittadini di capire come lavorano e prestano soccorso e di entrare a stretto contatto con loro”. “I colori della primavera” non è stato solo volontariato e prociv, ma anche svago, divertimento, momenti di approfondimento, e soprattutto shopping. L’intento dell’evento, infatti, è stato quello di dare maggiore visibilità a commercianti e artigiani, con un forte impulso alla promozione del territorio comunale. “Bastia Umbra – ha sottolineato il presidente Caccinelli – ha un tessuto economico basato su una rete consistente di piccole e medie imprese nei settori del manifatturiero e della distribuzione. Il consorzio è nato nel 2000 e da allora, con fasi alterne, con lo slogan Bastia Città Mercato, ha cercato di valorizzare la città come luogo nel quale passare qualche ora piacevolmente a fare shopping”. Nella giornata di domenica, inoltre, prima della cerimonia di premiazione, si è svolto un convegno dal titolo “Adolescenza: la primavera della vita”, durante il quale Alessandro Trasimeni, ginecologo, Rosaura Brunetti, psicoterapeuta, Gaetano Mollo, pedagogista, alla presenza del sindaco di Bastia, Stefano Ansideri, e dello stesso Caccinelli, hanno affrontato la tematica, ognuno dal proprio punto di vista professionale. Un incontro informativo e formativo, rivolto ai genitori che hanno figli tra i 12 e i 19 anni, che ha affrontato questioni importanti, tra le quali, l’amore e la sessualità, l’amicizia e le paure dei ragazzi durante il periodo della pubertà. Tante le iniziative che hanno scandito questo fine settimana nel centro storico della città. La “Fiera di Primavera”, giunta alla sua 12ª edizione e che ha visto la presenza di 160 espositori con un ricco assortimento merceologico, il “Mercatino delle 4 stagioni”, al suo 27° anno di vita, spazio dedicato all’antiquariato e all’artigianato con circa 60 banchi. Poi ancora il mercatino “Compro, baratto e vendo”, alla sua 10ª edizione, dedicato alla vendita, all’acquisto e al baratto di oggetti datati (dai libri ai dischi, fino a tutto ciò che riguarda la telefonia, l’hobby e lo sport). Uno spazio, infine, è stato dedicato ai produttori biologici umbri (in tutto una decina), ospitati interno di circa 15 stand, in cui i visitatori hanno potuto degustare o acquistare varie eccellenze (farro, cereali, ceci, zafferano, olio, vino e miele). Un’iniziativa quest’ultima, giunta al suo terzo anno di vita, dal titolo “Festa del gusto e della tradizione & BioFest”, nata grazie alla sinergia con la Confederazione italiana agricoltori dell’Umbria (Cia) e la Provincia di Perugia.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!