Verso il Peba, il 10 ottobre sarà presentato intervento per eliminare barriere architettoniche - Tuttoggi

Verso il Peba, il 10 ottobre sarà presentato intervento per eliminare barriere architettoniche

Redazione

Verso il Peba, il 10 ottobre sarà presentato intervento per eliminare barriere architettoniche

La commissione 'Assetto del territorio' del Comune di Città di Castello si è riunita per analizzare i dettagli
giovedì, 26/09/2019 - 16:55

Condividi su:


Verso il Peba, il 10 ottobre sarà presentato intervento per eliminare barriere architettoniche

In attesa del prossimo 10 ottobre, ‘Giornata per l’abbattimento delle barriere architettoniche’, la commissione ‘Assetto del territorio’ del Comune di Città di Castello si è riunita ieri (mercoledì 25 settembre) per continuare il percorso che porterà il capoluogo tifernate a munirsi, primo in Umbria, di un piano per l’abbattimento delle barriere architettoniche (Peba).

Hanno partecipato la presidenza dell’organismo, gli assessorati alle Politiche sociali e all’Urbanistica, il presidente del Consiglio comunale, e i presidenti delle due associazioni che con una petizione hanno portato il tema all’attenzione del Consiglio, Carlo Reali per ‘Il Mosaico’ e Riccardo Lucaccioni per ‘Cuore di Leone’.

La prima azione all’esame dei lavori è stata la mappatura dei luoghi in cui è opportuno un intervento sulla base delle segnalazioni della società civile e in particolare di scuole, pro-loco, società rionali e associazioni di volontariato. Inoltre si è convenuto di dare seguito a quelle migliorie che possono essere introdotte ad atti amministrativi in vigore relativamente a parcheggi, arredo urbano, scale e rampe, attraversamenti pedonali e semafori, marciapiedi.

Per quanto attiene i progetti futuri, la commissione ha introdotto un criterio di salvaguardia, per cui ogni nuovo piano dovrà contenere precise prescrizioni per evitare che i manufatti abbiano barriere architettoniche. Un altro settore che si presta ad una bonifica in tempi brevi è il trasporto pubblico, a proposito del quale è stato richiesto che il parco macchine sia composto esclusivamente da mezzi attrezzati per i disabili. Un’attenzione specifica sarà richiesta ai titolari o proprietari di esercizi con valenza pubblica, come i bar ad esempio, affinché adottino misure, spesso minime, come la rimozione delle soglie di accesso rialzate.

Il problema delle risorse finanziarie per tradurre in realtà il Peba rimane sulle sfondo: la ‘Fondazione Hallgarten Franchetti – Centro Studi Villa Montesca’ è stato interpellata per una ricognizione su eventuali finanziamenti comunitari. Infine il programma del 10 ottobre 2019, Giornata per l’abbattimento delle barriere architettoniche, durante la quale verrà presentato un intervento di alto valore simbolico: sia perché messo a punto da una scuola, il polo tecnico “Franchetti-Salviani”, sia perché riguarda l’abbattimento delle barriere architettoniche nella Sala del Consiglio comunale.


Condividi su:


Aggiungi un commento