Vallo di Nera, la Consulta del Volontariato Prociv in assemblea - Tuttoggi

Vallo di Nera, la Consulta del Volontariato Prociv in assemblea

Redazione

Vallo di Nera, la Consulta del Volontariato Prociv in assemblea

La riunione si è tenuta a Pidipaterno su invito del Presidente della Consulta regionale, lo spoletino Marco Bucca
Lun, 18/05/2015 - 15:20

Condividi su:


 I rappresentanti di tredici organizzazioni di volontariato della Protezione civile, afferenti alla Valnerina e allo Spoletino, si sono incontrati presso il municipio di Vallo di Nera, a Piedipaterno, su invito del Presidente della Consulta regionale, lo spoletino Marco Bucca, per esaminare obiettivi e criticità di questo importante organismo istituito dalla Regione dell’Umbria che se ne avvale per avere consulenza e per coordinare le realtà volontaristiche locali.

Dal mese di marzo la Consulta ha incontrato i rappresentanti di circa 3.700 volontari umbri, organizzati in cento Onlus e gruppi comunali e in altri dieci enti di diversa tipologia. Le riunioni si sono svolte su base territoriale con sei appuntamenti regionali, di cui quello di Piedipaterno è stato l’ultimo in ordine di tempo.
Un vero e proprio esercito di persone di buona volontà, adeguatamente preparate ad affrontare rischi ed emergenze e a diffondere con parole e fatti i concetti di cura, solidarietà e di resilienza.
A fare gli onori di casa e a seguire i lavori nella sala consiliare di Vallo di Nera c’erano il sindaco, Agnese Benedetti, e la vicesindaco Simona Laureti. Tra gli intervenuti anche la Croce Rossa e il CISOM.
In cima agli obiettivi dell’incontro è stata posta l’esigenza di raccogliere criticità e proposte per la stesura di un documento unico da sottoporre alla Regione dell’Umbria. La Consulta individua come atti prioritari la riforma della Legge Regionale sulla protezione civile e sul volontariato ( l’ultima normativa risale al 1999) e la realizzazione di un’efficiente e munita Colonna mobile dell’Umbria che possa contare su mezzi, risorse umane e disponibilità finanziarie.
“Con questa serie di incontri – ha detto Marco Bucca, presidente della Consulta regionale- le organizzazioni hanno avuto modo di partecipare alla discussione portando il proprio contributo e riconoscendo il ruolo di rappresentanza della Consulta. Il bilancio di questi mesi è positivo perché oltre alle sei assemblee territoriali, le varie proposte sono state presentate a tutti i candidati alla Presidenza della Giunta regionale dell’Umbria.”
Proprio a seguito di uno di questi appuntamenti la Consulta ha già ottenuto dalla Regione Umbria l’istituzione di un tavolo tecnico permanente che assicurerà in modo costante e sistematico il confronto e il monitoraggio delle operazioni tra Regione e associazioni.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!