Urla "Allah akbar", ma è solo ubriaco | Straniero denunciato dalla Polizia di Assisi - Tuttoggi

Urla “Allah akbar”, ma è solo ubriaco | Straniero denunciato dalla Polizia di Assisi

Redazione

Urla “Allah akbar”, ma è solo ubriaco | Straniero denunciato dalla Polizia di Assisi

Dom, 01/11/2020 - 13:36

Condividi su:


Urla “Allah akbar”, ma è solo ubriaco | Straniero denunciato dalla Polizia di Assisi

L'uomo residente a Spoleto e con un permesso di soggiorno per asilo politico, aveva un precedente per interruzione di pubblico servizio e danneggiamento

Nel primo pomeriggio di ieri, 31 ottobre, la Squadra Volante del Commissariato P.S. Assisi è intervenuta presso la stazione ferroviaria di Santa Maria degli Angeli dove era stata segnalata la presenza di un cittadino extracomunitario molesto che, ubriaco, occupava la banchina dando fastidio ai viaggiatori.

I fatti

Si trattava di un cittadino somalo 42enne residente a Spoleto e titolare di un permesso di soggiorno per asilo politico, con un precedente per interruzione di pubblico servizio e danneggiamento aggravato.

L’uomo, visibilmente alterato, ha ostacolato l’attività degli agenti con insulti e pronunciando dichiarazioni farneticanti circa la propria fede musulmana.

In preda a rabbia incontrollata, l’uomo si è strappata la mascherina dal viso ed è saltato sul binario iniziando a strillare “Allah akbar” (Dio è il più grande).

L’intervento degli agenti

Gli agenti, dopo averlo messo in sicurezza sulla banchina sono riusciti ad immobilizzarlo e hanno verificato che all’interno del suo zaino e indosso non avesse armi o altri oggetti contundenti.

La situazione ha richiesto anche l’intervento del personale del 118 che si è limitata a verificare che l’uomo non fosse ferito, senza dunque ricoverarlo.

Il somalo è stato denunciato in stato di libertà all’autorità giudiziaria per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e procurato allarme ed emesso nei suoi confronti altresì un ordine di allontanamento dalla stazione di Assisi ai sensi ai sensi dell’art. 10 comma 1 del DL 14/2017 convertito in legge nr.48/17 (“Daspo urbano”).

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!