URGE, BERGONZONI ENTUSIASMA IL PUBBLICO DEL CHIOSTRO (foto e video, guarda) - Tuttoggi

URGE, BERGONZONI ENTUSIASMA IL PUBBLICO DEL CHIOSTRO (foto e video, guarda)

Redazione

URGE, BERGONZONI ENTUSIASMA IL PUBBLICO DEL CHIOSTRO (foto e video, guarda)

Sab, 07/05/2011 - 18:10

Condividi su:


Pubblico estasiato e ammirato, ieri sera al San Nicolò, dalle magie linguistiche di un grande giocoliere della parola. Alessandro Bergonzoni con un lungo monologo, ininterrottamente in scena per quasi due ore, scenografia scarna e stilizzata, ha conquistato i numerosi spettatori del Teatro San Nicolò che hanno accolto la girandola di battute, doppi sensi, calembour, giochi di parole dell’attore e autore bolognese con diversi applausi a scena aperta.
“Urge”, l’ultima opera teatrale di e con Bergonzoni, andata in scena come ultimo appuntamento della stagione 2011 del Teatro Comico organizzata dalla ACME Produzioni con il patrocinio della Regione e del Comune di Spoleto, è l’ennesima celebrazione del suo genio linguistico di coloritura surrealista, della sua capacità di manipolare parole e suoni per evocare mondi metafisici e paradossali, della sua acrobatica disponibilità ad abbandonarsi ad un dadaismo verbale ben ancorato però alla realtà, che non lesina frecciate alle idiosincrasie e alle storture del quotidiano, ai paradossi veri della società. Uno spettacolo di esilarante e contagiosa energia, di elegante, raffinata ironia.

“Urge” è un allestimento che già dal titolo vuole chiaramente segnalarci un'allerta, una necessità artistica senza sosta e senza indugi. Lo spiega Riccardo Rodolfi, coregista dello spettacolo: “Se dovessi descrivere i punti dai quali siamo partiti per la genesi di questo spettacolo non avrei dubbi: l'urgenza, l'allerta, la necessità di non astenersi dal dire, la traiettoria che permette lo sconfinamento veloce da un territorio artistico conosciuto e praticato in direzione dei “vasti” spazi confinanti. Ma cosa, in definitiva, “Urge” a Bergonzoni? Sicuramente segnalarci delle differenze; quella mancanza di precisione nello sguardo del mondo che se trascurata può realmente cambiare il senso delle cose, quelle frettolose banalizzazioni che accomunano cose in realtà diversissime tra loro. E anche dimostrare che la comicità è fatta di materiali non solo legati all'evidente o al rappresentato. Ma soprattutto mettere sotto gli occhi degli spettatori il suo “voto di vastità”: un vero e proprio canone artistico che lo obbliga, sia come uomo ma soprattutto come artista, a non distogliere mai gli occhi dal tutto: un tutto composto dall'enormità, dall'invisibile, dall'onirico, dallo sciamanico, dal trascendentale […]Un tutto perturbante che, forse, costringerà a considerare Bergonzoni non più solamente maestro di cerimonia di una liturgia comica ma anche strumento di correzione ottica per permettere di vedere meglio la vastità in cui siamo immersi. Attenzione: lo stupore della scoperta può essere fragoroso.”

URGE Scritto ed interpretato da Alessandro Bergonzoni; Regia: Alessandro Bergonzoni e Riccardo Rodolfi; Scene: Alessandro Bergonzoni; Ufficio Stampa: Licia Morandi; Assistenza impianti tecnici: Tema Service; Produzione: Allibito S.r.l.; Distribuzione: Progetti Dadaumpa.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!