Uomo morto in casa, smentito sospetto Coronavirus | Le precisazioni del sindaco - Tuttoggi

Uomo morto in casa, smentito sospetto Coronavirus | Le precisazioni del sindaco

Redazione

Uomo morto in casa, smentito sospetto Coronavirus | Le precisazioni del sindaco

Un uomo di 82 anni in sorveglianza attiva domiciliare è deceduto durante la notte nella propria abitazione
Ven, 20/03/2020 - 15:34

Condividi su:


Uomo morto in casa, smentito sospetto Coronavirus | Le precisazioni del sindaco

Aggiornamento ore 17.30 – “Mi trovo costretto a fare una precisazione sulla scomparsa di un nostro concittadino che ha rattristato la nostra comunità nella giornata di oggi e per la quale porgo, a nome dell’Amministrazione tutta, le mie più sentite ed affettuose condoglianze alla moglie, rimasta sola – sono le parole del sindaco di Stroncone, Giuseppe Malvetani che, in serata, è intervenuto personalmente per precisare le circostanze del decesso dell’anziano residente nel paese – La persona venuta a mancare nella notte, di 82 anni, soffriva di gravi patologie pregresse di tipo cardiovascolare e insufficienza renale cronica. Come da comunicato diffuso dalla stessa USL, era stato dimesso tre giorni fa dall’Azienda Ospedaliera di Terni, in seguito a ricovero ospedaliero per complicanze riconducibili alle gravi patologie di cui soffriva. Al suo ritorno a casa ha sviluppato un lieve stato febbrile, per cui era seguito e monitorato, in stato di sorveglianza domiciliare, sia dal medico di medicina generale che dagli operatori del centro di salute del Distretto di Terni.
Il Comune, sia direttamente che attraverso la Protezione Civile –
spiega il sindaco – si era subito attivato per dare supporto ai due coniugi, anziani e soli, per il reperimento e consegna delle ricette e dei farmaci di cui necessitavano.
Le sue condizioni hanno subito un ulteriore peggioramento durante la notte verosimilmente per l’aggravamento delle condizioni cliniche legate alla patologia di base.
A differenza di quanto qualche giornale ha scritto (e poi rettificato), questo nostro concittadino non era positivo per Coronavirus e, conseguentemente, non era in isolamento contumaciale (quarantena).
Continueremo, ovviamente, anzi lo stiamo già facendo, a dare il nostro massimo sostegno e supporto alla moglie, cui va, credo di poter parlare a nome di tutti, la nostra più affettuosa vicinanza”.

Un uomo di 82 anni in sorveglianza attiva domiciliare è deceduto durante la notte nella propria abitazione. Dimesso tre giorni fa dall’Azienda Ospedaliera di Terni, in seguito a ricovero ospedaliero per complicanze riconducibili a gravi patologie di tipo cardiovascolare e renali, al suo ritorno a casa ha sviluppato un lieve stato febbrile, per cui era seguito e monitorato sia dal medico di medicina generale che dagli operatori del centro di salute del Distretto di Terni per un sospetto contagio da Covid19.

Le sue condizioni hanno subito un ulteriore peggioramento durante la notte verosimilmente per l’aggravamento delle condizioni cliniche legate alla patologia di base.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!