Umbria Music Fest, sabato 22 i giovani talenti del Morlacchi nella splendida cornice di Casa Menotti a Spoleto - Tuttoggi

Umbria Music Fest, sabato 22 i giovani talenti del Morlacchi nella splendida cornice di Casa Menotti a Spoleto

Redazione

Umbria Music Fest, sabato 22 i giovani talenti del Morlacchi nella splendida cornice di Casa Menotti a Spoleto

Ven, 21/09/2012 - 15:52

Condividi su:


Umbria Music Fest, sabato 22 i giovani talenti del Morlacchi nella splendida cornice di Casa Menotti a Spoleto

Penultimo appuntamento con la 13esima edizione di “UmbriaMusicFest”, kermesse, ideata e diretta dal maestro Walter Attanasi, in programma in Umbria fino al prossimo 23 settembre. Sabato 22 settembre sei giovani talenti del Conservatorio di Musica “Francesco Morlacchi” di Perugia si esibiranno alle ore 21 nella splendida cornice di Casa Menotti – Fondazione Monini, situata in Piazza del Duomo a Spoleto.
Il concerto, ad ingresso gratuito su prenotazione, è intitolato “Nuove eccellenze umbre”. Lo spettacolo, suddiviso in due momenti, sarà eseguito da Mizuho Ueyama e Azusa Onishi (violini); Francesca Menna (viola); Umberto Aleandri, Michele Marco Rossi (violoncelli); Alessandro Schillaci (contrabbasso). Saranno suonate musiche di L. V. Beethoven (trio per violino, viola e violoncello in Mi bemolle maggiore op.3), di B. Bartok (selezione di duetti da i 44 scritti per 2 violini e trascritti per 2 violoncelli), di F. Donatoni (Lem I per contrabbasso solo) e di J.Brahms (Danza Ungherese no.5). Per ulteriori informazioni sul programma completo è possibile consultare il sito: www.umbriamusicfest.it.

UmbriaMusicFest, sotto l’Alto patronato del Presidente della Republica, gode della collaborazione e del patrocinio del Ministero della Repubblica Slovacca, della Regione Umbria, della Provincia di Perugia, della Provincia di Roma, dei Comuni coinvolti (Massa Martana, Perugia, Assisi, Spoleto, Todi, Deruta, Alviano, Roma e Venezia), della città di Bratislava, della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, della Camera di Commercio di Perugia, dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco, di Assis, delle Ambasciate della Repubblica del Sudafrica, della Repubblica Slovacca e della Repubblica Ceca in Italia e presso la Santa Sede. UmbriaMusicFest si avvale della collaborazione di: Perugiassisi 2019 (città candidata a capitale europea della cultura), Fondazione Domenico Bartolucci, Fiaba, Deruta Magia di un’arte, Fondazione Monini, Italia Arte Fest, Università per Stranieri di Perugia, Archivio Musicale Guido Alberto Fano, Textum, Bohuslav MartinÛ Philharmonic, Fondazione per l’istruzione agraria in Perugia, Conservatorio di Musica di Perugia Francesco Morlacchi, Lucnica, Umbria Music Fest Competition, Fondazione Guglielmo Giordano, Italian Business Center, Penelope.

Biografia Orchestra da Camera Francesco Morlacchi – L’Orchestra da Camera Francesco Morlacchi, nata nel maggio 2012, debutta ricevendo entusiastici consensi da parte di eminenti personalità della cultura nella presentazione del 55o Festival dei Due Mondi di Spoleto il 28 maggio 2012. Il 6 giugno la compagine orchestrale si è esibita in Umbria con la partecipazione solistica del violoncellista ternano Francesco Pepicelli.
Il gruppo è formato da tutti giovani musicisti che hanno studiato tra l'altro al Conservatorio “F. Morlacchi” di Perugia e che hanno già avuto occasione di essere apprezzati in quanto vincitori di numerosi concorsi nazionali ed internazionali come la “Rassegna Nazionale di Vittorio Veneto”, il Concorso “Japan Players”, il “Concorso Riviera Etrusca” di Piombino, Il Concorso “Alberto Gori” di Sarteano; inoltre singolarmente svolgono un'apprezzata carriera cameristica in Italia e all’estero (Spagna, Belgio, Giappone, Stati Uniti) e hanno collaborato anche con altre orchestre quali l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, I Solisti di Perugia, I Solisti Aquilani, L’Orchestra Nazionale dei Conservatori accanto a grandi personalità del mondo musicale come Riccardo Muti, David Geringas, Donato Renzetti, Stefano Bollani, Giuliano Carmignola, Bruno Canino, Nicola Piovani e Mario Ancillotti.

Aggiungi un commento