Umbertide, Una Tavola rotonda per la riqualificazione e lo sviluppo del settore del commercio

Umbertide, Una Tavola rotonda per la riqualificazione e lo sviluppo del settore del commercio

share

Una tavola rotonda per la riqualificazione e il rilancio del commercio locale. L'iniziativa, promossa dal Comune di Umbertide, si terrà lunedì 20 gennaio dalle ore 10,30 alle ore 13 presso il Museo di Santa Croce. La tavola rotonda, dal titolo “Imprese commerciali: misure concrete per la riqualificazione e lo sviluppo del settore”, nasce come momento di incontro tra Istituzioni (Regione Umbria e Comune di Umbertide), associazioni di categoria (Confcommercio, Confesercenti e Cna) e Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Perugia per riflettere insieme sulle misure da mettere in atto per il rilancio di un settore cruciale per l'economia umbertidese ma che soffre gli effetti dannosi della crisi.
Il programma prevede i saluti del sindaco Marco Locchi, a cui seguiranno gli interventi di: Fabio Paparelli, assessore regionale al Commercio, all'Urbanistica e ai Centri Storici con “Le politiche regionali di investimento, sviluppo e promozione per il rilancio del settore commerciale”; Maria Chiara Ferrazzano, assessore comunale al Commercio con “Il ruolo dell'Amministrazione Comunale per il rilancio del commercio”; Marcella Galvani, Presidente dell'Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Perugia con “Il contributo del dottore commercialista nell'utilizzo dei fondi europei”; Federico Fiorucci, Coordinatore Regionale Confcommercio Umbria con “Smart city, reti, innovazione e QSV: il contributo di Confcommercio”; Amedeo Fiorucci, Responsabile Fiscale Confesercenti Umbria con “Nuove proposte per la tassazione delle neo imprese”; Enrico Ceccarelli, Presidente CNA Umbertide con “Accesso al credito: difficoltà e proposte per le piccole e medie aziende”. L'evento è accreditato dall'Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Perugia (n. 3 crediti formativi). Sono invitati a partecipare gli studi commerciali e gli operatori del settore del territorio.

share

Commenti

Stampa