Umbertide, inaugurata nuova sede del Centro Diurno “La Ginestra”

Umbertide, inaugurata nuova sede del Centro Diurno “La Ginestra”

La struttura semiresidenziale della USL Umbria 1 per la riabilitazione ed il reinserimento dei pazienti con problemi di salute mentale

share

E’ stata inaugurata questa mattina (martedì 18 luglio) la nuova sede del Centro Diurno “La Ginestra”, struttura fondamentale della USL Umbria 1 nella rete dei servizi del Centro Salute Mentale del Distretto Alto Tevere. Nata a Cerbara nel 1993, nell’anno successivo è stata trasferita ad Umbertide, prima in via Giacomo Leopardi e nel 2011 in via dei Patrioti. Ora è in via Pomarancio 24/26.

Questo è un giorno importante – ha dichiarato il sindaco di Umbertide Marco LocchiInauguriamo una sede bella e funzionale con comodi parcheggi, uno spazio verde di pertinenza, diversi servizi a poche decine di metri: questa zona della nostra città è sempre più frequentata, anche da tanti giovani, ed è per questo che porteremo qui vicino l’Ufficio Informagiovani. Ringrazio gli operatori della USL per il grande lavoro: la risposta alle esigenze degli utenti è sempre di ottimo livello e anche il Comune sta facendo la propria parte con un’offerta di servizi tradizionalmente pronta e attente ai bisogni di tutti i cittadini”.

Sono destinatari del servizio le persone in carico al Centro Salute Mentale con una presenza giornaliera di 13/15 unità, per un totale di circa 35/40 persone all’anno. Il Centro Diurno “La Ginestra” è deputato agli interventi riabilitativi individuali e di gruppo. Uno degli obiettivi è quello di garantire la continuità dei diversi interventi previsti nel progetto individuale, favorendo il rapporto di rete tra le strutture e i servizi presenti nel territorio. L’esperienza primaria per la persona è quella del contenimento psicologico e di elaborazione della esperienza di malattia. Il Centro Diurno si propone come luogo “di passaggio”, come palestra dove la possibilità di sperimentarsi in relazioni privilegiate favorisce la valorizzazione di sé, contrastando allo stesso tempo processi di stigmatizzazione e di emarginazione.

La collaborazione tra USL Umbria 1 e Comune di Umbertide è sempre molto viva e importante – ha spiegato la dottoressa Maria Patrizia Lorenzetti, Direttore del Dipartimento Salute Mentale USL Umbria 1 – con la costruzione di una “rete” molto ricca e flessibile per affrontare le diverse sfide relative alla salute mentale. Questa struttura, per nel cambio delle sedi, ha mantenuto una filosofia di intervento di tipo terapeutico-riabilitativo di tipo clinico, permettendo alle persone che stanno vivendo una situazione di “problemi di salute mentale” a tornare a riconquistare il diritto di cittadinanza. Nel Centro Diurno, nei quasi 25 anni di attività, sono passate centinaia di persone. Abbiamo una rete della salute mentale adeguata ma dobbiamo affrontare l’unico neo che è rappresentato dai posti letto di Servizio Psichiatrico diagnosi e cura per il trattamento delle urgenze, questione che dovremo affrontare con la Direzione Generale e la Regione”.

I percorsi riabilitativi tendono al progressivo sviluppo delle competenze sociali e relazionali della persona fino al completo inserimento nella società e al pieno esercizio del diritto di cittadinanza. Interessanti le attività che si svolgono in campo sportivo con la partecipazione a tornei di calcio e di pallavolo, teatro, ma soprattutto nei laboratori che sono utili anche all’inserimento nel mondo lavorativo dei pazienti. Alle attività del CD partecipa personale dell’USL Umbria 1 (infermieri, medici, psicologi) e personale della cooperativa ASAD (educatori e operatori sociali), con il coinvolgimento diretto di famiglie e associazioni di volontariato. Ha portato il saluto di ASAD la presidente Liana Cicchi, complimentatasi soprattutto per l’energia e la vitalità del centro, augurando di proseguire sempre con lo stesso spirito.

Hanno partecipato alla cerimonia anche Daniela Felicioni, Direttore del Distretto Alto Tevere e Carlo Bigi Responsabile Centro Salute Mentale di Umbertide: “Abbiamo il supporto di tutti – ha detto quest’ultimo – e anche in una fase di tagli nella sanità siamo riusciti a crescere anche con il supporto della cittadinaza di Umbertide”.

Il centro è aperto dalle 9 alle 17 dei giorni feriali e il sabato dalle 9 alle 12.

share

Commenti

Stampa