Tribunali minori, Orvieto vota mozione per riapertura - Tuttoggi.info

Tribunali minori, Orvieto vota mozione per riapertura

Redazione

Tribunali minori, Orvieto vota mozione per riapertura

Gio, 23/02/2023 - 11:44

Condividi su:


Tribunali minori, il consiglio comunale di Orvieto vota all'unanimità atto per il ripristino del Tribunale della città della rupe

Il consiglio comunale di Orvieto, nella seduta del 21 febbraio, ha approvato all’unanimità (12 voti favorevoli) la mozione presentata dalla consigliera Cristina Croce (Siamo Orvieto) sulla riapertura dei Tribunali minori soppressi dal decreto legislativo 155 del 2012. “Una ristrutturazione massiva degli uffici giudiziari che aveva come fine ultimo quello di velocizzare i procedimenti giudiziari ed efficientare i costi della giustizia – ha detto – ma che, a conti fatti, ha finito per causare rilevanti disservizi a cittadini e imprese che si sono visti penalizzati sia per questioni prettamente geografiche sia in termini di bilanciamento costi-benefici”.  

Riapertura Tribunale minori Orvieto

L’atto impegna il sindaco e la Giunta “intraprendere iniziative concrete volte a sollecitare la Regione Umbria ad approvare un disegno di legge/voto ex art 121 della Costituzione finalizzato alla riapertura dei Tribunali minori tra cui quello di Orvieto”. Nel corso del dibattito Andrea Sacripanti (Lega) ha ricordato come su questo fronte si sia aperto “uno spiraglio importante”. “Il nuovo Governo – ha detto – ha realmente intenzione di riaprire la pratica e il ministro Nordio ha dato mandato al sottosegretario Delmastro di occuparsi della questione. Due giorni fa è stata depositata in commissione regionale la proposta di legge del consigliere Nicchi che prossimamente arriverà in Consiglio. Si tratta di una iniziativa legislativa della Regione a sostegno dell’abrogazione della norma che ha cancellato i tribunali minori. A questa, come alla mozione della consigliera Croce, possiamo dare concretezza mettendo a disposizione gli spazi, di proprietà comunale, oggi già occupati dagli uffici del Giudice di Pace e invitare il sottosegretario Delmastro in città per approfondire l’argomento”.

Il sindaco Tardani “Ci stiano lavorando”

Per Stefano Olimpieri (Misto), che ha ripercorso in aula il contesto in cui venne adottata la decisione della soppressione dei tribunali minori, “questo è il momento di sollecitare la politica” mentre Franco Raimondo Barbabella (Prima gli orvietani) ha rimarcato come “su questioni fondamentali che riguardano il modo di governare i territori vanno superate le barriere”. “Ho incontrato la scorsa settimana il presidente e il vicepresidente dell’Associazione Forense di Orvieto – ha affermato il sindaco Roberta Tardani – con cui stiamo studiando le soluzioni da mettere in campo per supportare congiuntamente per supportare la proposta di legge della Regione e le iniziative del Governo che ha dato segnali di discontinuità rispetto al passato”. Nella replica la consigliera Croce ha ringraziato il Consiglio per l’appoggio e per l’impegno ed ha auspicato l’organizzazione di un convegno sul territorio. “Sul fatto che gli spazi del Giudice di Pace possano essere sufficienti, benché molte della attività oggi si svolgono per via telematica, ho delle riserve. Non vorrei che oggi che l’ex tribunale è diventato altro questo possa essere un ostacolo o deterrente. Il sindaco e l’associazione Forense del territorio che conosce le esigenze sicuramente potranno trovare una soluzione consona qualora si possa concretizzare questa opportunità”, ha concluso. 

ACCEDI ALLA COMMUNITY
Leggi le Notizie senza pubblicità
ABBONATI
Scopri le Opportunità riservate alla Community

L'associazione culturale TuttOggi è stata premiata con un importo di 25.000 euro dal Fondo a Supporto del Giornalismo Europeo - COVID-19, durante la crisi pandemica, a sostegno della realizzazione del progetto TO_3COMM

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!