Trasporto pubblico locale, Melasecche il taglio ci sarà | Ma è incertezza su numeri e modalità - Tuttoggi

Trasporto pubblico locale, Melasecche il taglio ci sarà | Ma è incertezza su numeri e modalità

Redazione

Trasporto pubblico locale, Melasecche il taglio ci sarà | Ma è incertezza su numeri e modalità

Sindacati insoddisfatti dopo il primo incontro, attese risposte per il 10 febbraio
Mar, 21/01/2020 - 10:21

Condividi su:


Trasporto pubblico locale, Melasecche il taglio ci sarà | Ma è incertezza su numeri e modalità

I sindacati non hanno avuto le risposte che attendevano dall’incontro, definito “interlocutorio“, avuto con l’assessore regionale ai Trasporti, Melasecche, sui tagli al trasporto pubblico locale. Un incontro che era stato richiesto a seguito della riduzione dei servizi su gomma comunicata dall’Azienda Busitalia (ma che di fatto interesserà anche i privati).

L’assessore Melasecche, pur sottolineando la necessità di non escludere il sindacato dalla discussione in corso, ha confermato che la riduzione ci sarà. Non ha però saputo fornire al momento dettagli di merito rispetto al numero di chilometri tagliati, il loro valore in termini di riduzione economica al fondo regionale trasporti, né tantomeno specifiche tecniche di qualche natura.

L’incontro ha avuto carattere del tutto interlocutorio – il commento dei sindacati – e non ha fornito dettagli specifici di riferimento, ma anzi ha confermato il pesante clima di incertezza in cui ci stiamo muovendo, anche e soprattutto rispetto alla futura gara, argomento che l’assessore ha categoricamente escluso dall’ordine del giorno odierno. Siamo pertanto lontani dal comprendere le reali ricadute sul personale, visto che ancora ad oggi non conosciamo l’entità del problema in termini economici e pratici“.

I sindacati hanno ribadito la propria “contrarietà totale” a qualsiasi riduzione di corse e servizi, rendendosi invece disponibili ad aprire una discussione sulla rimodulazione delle corse, allo scopo di migliorarne la capienza in termini di utenza là dove possibile.

Chiesto inoltre un impegno concreto sulla vicenda dell’ammodernamento della linea ex FCU, RFI

L’incontro è stato riaggiornato al 10 febbraio. Nel frattempo, restano confermate le procedure di raffreddamento e lo stato di agitazione del personale. “Con l’auspicio – concludono i sindacati – che in quella data ci vengano forniti numeri e dettagli che è stato impossibile acquisire“.


Condividi su:


Aggiungi un commento