Trafomec, Fim e Fiom "Situazione di stallo, istituzioni in silenzio" - Tuttoggi

Trafomec, Fim e Fiom “Situazione di stallo, istituzioni in silenzio”

Redazione

Trafomec, Fim e Fiom “Situazione di stallo, istituzioni in silenzio”

Sindacati in allarme: "Situazione richiederà tempi lunghi e porterà alla mancata erogazione di 3 stipendi e all’apertura della cassa integrazione a zero ore"
Dom, 08/03/2020 - 10:30

Condividi su:


Trafomec, Fim e Fiom “Situazione di stallo, istituzioni in silenzio”

Le organizzazioni sindacali di categoria Fim Cisl e Fiom Cgil territoriali, insieme alla Rsu aziendale e ai lavoratori, vogliono denunciare il totale silenzio delle istituzioni regionali dell’Umbria in merito alla situazione venutasi a creare presso la Trafomec Europe Sa di Tavernelle (PG).

L’azienda – spiegano i sindacati – si trova ad oggi in una situazione di stallo sia come operatività finanziaria che produttiva, e ci stupisce che ad oggi questa importante realtà del nostro territorio sia esclusa dall’elenco delle crisi aziendali a cui si cerca di porre rimedio attraverso canali e aiuti dell’istituzione regionale.

Nonostante la richiesta di incontro che abbiamo avanzato nel mese scorso e i vari solleciti fatti a più riprese, ad oggi non abbiamo ricevuto alcun riscontro”.

Fim e Fiom ricordano come la Trafomec “si trova dentro a una dinamica complessa, che vede la vendita del ramo d’azienda, a salvaguardia della stabilità della società, che include anche l’unità produttiva di Tavernelle. Conseguenza diretta di questa situazione è il blocco dell’operatività finanziaria e, a breve, anche produttiva. Questa situazione, se tutto andrà a buon fine, richiederà tempi lunghi e porterà alla mancata erogazione di 3 stipendi, all’apertura della cassa integrazione a zero ore per le prossime 2 settimane e al blocco della fornitura delle materie prime”.

Per questo motivo – incalzano – chiediamo l’apertura immediata di un tavolo di crisi per la Trafomec Europe Sa di Tavernelle all’assessorato allo Sviluppo regionale, che veda coinvolte le istituzioni locali, i sindacati e l’impresa e che possa scongiurare l’ennesima crisi irreversibile di un’azienda fondamentale per il territorio della Valnestore”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!