Todi più bella e vivibile con la Festa Europea della Musica | Grande successo per la 6^ edizione

Todi più bella e vivibile con la Festa Europea della Musica | Grande successo per la 6^ edizione

Un centro storico animato e pieno, happening e note musicali, cittadini e turisti, tutti coinvolti in un solstizio di gioia e divertimento

share

Non ci sarebbe motivo di spiegare ancora una volta cosa sia e rappresenti per il pubblico umbro e non, la Festa Europea della Musica di Todi, se non ci fossero ogni volta nuove sensazioni e sopratutto tante novità nel programma studiato dagli organizzatori del Centro Studi Della Giacoma per rendere la città di Jacopone sempre più bella, vivibile e gioiosa nel giorno del Solstizio d’Estate, il 21 giugno.

Giunta ormai alla 6^ edizione, la kermesse tuderte ha in se tutte le caratteristiche del grande evento annuale. Attesa, curiosità per le novità in programma, la voglia di rivedersi in una città che ogni anno rende sempre più affascinante il Solstizio. Ma anche la bellezza di nuovo luoghi scovati per l’occasione per i concerti improvvisati o per le esibizioni.

Anno dopo anno gli artisti che chiedono di partecipare alla manifestazione di Todi cresce di numero e sopratutto di qualità, al punto che il Centro Studi Della Giacoma deve stabilire un numero massimo di partecipanti a cui non si può derogare, pena l’eccessivo affollamento e l’impossibilità di godere di ogni singola proposta. Tutto è possibile nell’arco di una giornata, per uno spettacolo interminabile che prende avvio alle 15 del pomeriggio e si chiude alle 24 in Piazza del Popolo.

Su alcune proposte l’organizzazione artistica non ha mai voluto abbandonare la “strada vecchia”, come l’offerta musicale delle bande o gli spettacoli alla residenza protetta per anziani Varalli Cortesi. In 6 edizioni di Festa della Musica, mai una volta la kermesse ha avuto inizio in un luogo diverso che non fosse la residenza per anziani, dove gli ospiti  attendono anno dopo anno questo momento di grande gioia e aggregazione, con una partecipazione commovente. Un momento di socialità per mezzo della musica che rende onore a chi si spende mese dopo mese per la creazione della manifestazione.

E’ così che venerdì 21 giugno oltre 400 musicisti, cantanti e ballerini italiani e stranieri tra gli oltre 700 Comuni italiani aderenti hanno
scelto Todi come il loro teatro diffuso per festeggiare insieme la Musica.

Dopo le singole esibizioni iniziate nel pomeriggio, è stata di straordinaria  animazione e partecipazione la lunga sfilata di tutti i protagonisti presenti, un’invasione musicale dai giardini Oberdan fino a Piazza del Popolo, e infine i concerti serali dalle 22 alle 24: jazz, blues, doo-wop, musica classica, per banda, folk, pop, rock, country, latina, balcanica, kletzmer. E poi 9 corpi di danza: mediterranee e latine (danza del ventre, flamenco, elleniche, tammurriata, tango), anglosassoni e germaniche (burlesque, American tribal style, country, valzer).

I festeggiamenti si sono conclusi domenica 23 giugno alle 21:30 nel Tempio di S. Maria della Consolazione con l’Orchestra da Camera del Conservatorio Popolare di Ginevra, diretto dal M° Jean-Claude Adler in collaborazione con A.Gi.Mus Perugia. Uno straordinario appuntamento musicale a degno coronamento della Festa della Musica.

Ha però in se una grande verità il claim della manifestazione “Perchè in Piazza è tutta un’altra musica!”
Oltre agli spazi pubblici (giardini Oberdan, Via A. Ciuffelli, Piazza Umberto I, Via Mazzini, L.go Bartolomeo d’Alviano, Piazza Garibaldi, Piazza del Popolo), la Festa attraverso i suoi concerti ha valorizzato luoghi come il Palazzo Vescovile, dove il Gruppo FAI Todi ha offerto visite gratuite in italiano/inglese dalle 17 alle 19:30, il piano nobile affrescato di Palazzo Pensi, la Residenza Protetta per Anziani Veralli-Cortesi, con lo spettacolo di danza American tribal style per gli utenti, lo staff medico e infermieristico e il pubblico, i Palazzi Pellegrini e Angelini in via S. Lorenzo, Palazzo Benedettoni in via Ciuffelli.
Nessun palcoscenico, nessuna prenotazione, nessun biglietto da pagare. Appuntamento gratuito e aperto a tutti come sempre.

Gradite ed affollate come da tradizione le novità proposte per la 6^ edizione:

Jazz & Blues Bridge Band (Perugia) – Piazza Garibaldi
Classica formazione jazz composta da 5 saxofoni, 4 trombe, 4 tromboni, ritmica (pianoforte, chitarra, basso, batteria)e voce solista che, sotto la direzione di Pedro Spallati, propone un repertorio musicale piacevole e vario. La Band spazia dai classici di Glenn Miller allo swing Atomico di Count Basie passando per i ricercati arrangiamenti di Ellington, Stan Kenton e la Thad Jones orchestra, fino ad arrivare ai più moderni arrangiamenti di Bob Mintzer. Un percorso musicale che ripercorre la storia e l’evoluzione delle grandi orchestre che hanno fatto la fortuna della musica afroamericana negli anni del dopoguerra. Direttore: M° Pedro Spallati, voci: Elisabetta Cardinali e Malik;

-la STRADABANDA (Roma) – Piazza Garibaldi e Piazza Umberto I
Il gruppo nasce all’ interno della Scuola popolare di musica di Roma Testaccio, attivo da più di 25 anni e con alle spalle centinaia di partecipazioni a concerti, manifestazioni, eventi di qualsiasi tipo e genere, con una particolare attenzione al mondo del sociale e dell’ impegno civile. Il repertorio copre un ventaglio piuttosto ampio di generi, avendo come punto di partenza la musica balcanica, yiddish, klezmer per poi allargarsi al grande cantautorato italiano (De André, Gaber e altri), alla musica da cinema (Morricone, Piovani), ad
alcune espressioni della musica latino-americana. La direttrice, Alessandra Macaluso, è oboista professionista, insegnante e compositrice.

-i MOONSHINERS (Todi-Finale Emilia) – Via Mazzini
Il doo-wop è uno stile di musica vocale derivato dal rhythm and blues e dal rock and roll,affermatosi negli Stati Uniti alla seconda metà degli anni ’50. Il doo-wop consiste nel rinforzare il canto solista con armonie vocali sincopate e cori utilizzati più come imitazione degli strumenti d’accompagnamento che come voci vere e proprie.
Filippo Arletti – voce
Giusy Durante – voce
Paolo Gagliardini – percussioni
Miriam Mazzanti – voce
Maurizio Sgarbi – chitarra elettrica
Antonio Torello – basso acustico/contrabbasso
Giampiero Torello – voce
Guido Vicenzi – voce

-le SHESHEBENS SISTERS, Residenza Varalli Cortesi
(Roma) formato da Francesca Sheshebens, insegnante di danza American Tribal Style, Haylda Tribal, insegnante di danza orientale, Tribal Fusion e canto, Carla insegnante di musica, Inna otorino e Marianna ingegnere.
L’ATS – American Tribal Style è una danza americana che coniuga stili di danza orientale, flamenco, danza indiana, danza gitana e stili popolari del nord Africa. La caratteristica è l’ improvvisazione. Solitamente si balla in gruppo su musiche etniche dove c’è una leader e le followers, le quali seguiranno la leader attraverso segnali prestabiliti comunicati dalla leader. L’Ats è una danza molto allegra e vivace anche nell’abbigliamento: gonne gipsy, scialli colorati, pon pon, gioielli etnici e tantissimi fiori. Gli strumenti musicali utilizzati sono i cimbali.

-MUSICA in CAMMINO – MIC BAND (Roma), un gruppo che nasce nel 2011, dopo un lungo percorso di musicoterapia iniziato nel 1995 presso la comunità “Urbania”; all’interno del Dipartimento di Salute Mentale Asl Roma 2.

Il gruppo è composto da utenti, operatori e volontari  del DSM e propone musica folk popolare. La finalità è quella di promuovere
reti sociali, per abbattere le barriere dell’ isolamento e i confini dei pregiudizi e delle periferie mentali, rilanciando l’idea di inclusione sociale e culturale. Gli organizzatori  in questo caso hanno ringraziato i partecipanti per la preziosa adesione e per le applauditissime e seguite performance della band in giro per la città, un successo  speciale a testimonianza di come la musica sia terapeutica fino in fondo.

Ed infine il ringraziamento a tutti coloro che hanno contribuito a rendere indimenticabile anche questa sesta edizione della Festa Europea della Musica di Todi:

Adelma Rck: Roberto Aristei basso, Francesca Chiavari voce, Roberto Fredro chitarra e voce, Massimo Fredro batteria(Todi); Bande Musicali: Ensemble Crispolti-Carlo Della Giacoma (Todi), Complesso Bandistico Pantalla Pasquale del Bianco, Banda di Massa Martana, Filarmonica G.Verdi di Spina & Majorette, Filarmonica Marsciano Francesco Maria Ferri, Filarmonica di Pila; Orietta Cipriani pianoforte (Pescara); Coro Liceo Jacopone da Todi; Danze: Anna Botzios e il gruppo Terpsichòri Roma, ATM – Sheshebens Sisters Roma, Bogartango ASD Todi-Città della Pieve, Happy Dance Academy e Orchestra Spettacolo Le Meteore Latina, La Roca Flamenco Roma, Olympia ASD Todi, Tarantarci Perugia, Vania Ashaki Perugia e Todi Fine Arts Academy, Wonderful Dance School Umbria; Duo Giorgia Bazzanti voce, Andrea Cardoni chitarra (Todi-Marsciano); Duo Wil Buitinga basso-baritono e Patrizia Marirossi pianoforte (Todi); Duo Indie Folk Maria Laura Ronzoni voce, armonica, chitarra e Marco Marsili chitarra (Viterbo-Dublino); Duo jazz Marco Maria Pirrami sax, Goffredo Liviabella tastiera (Todi); Franky Gallina pianoforte (Alcamo); Jazz & Blues Bridge Band M° Pedro Spallati, voci Elisabetta Cardinali e Malik (Perugia); Le Spartane’s Dream Majorettes Acquasparta; Michela Locchi pianoforte (San Giovanni Valdarno); Mattia Lockmann pianoforte (Roma); Michigan State University docenti: Ruggero Allifranchini violino, Suren Bagratuni violoncello, Richard Fracker tenore, Deborah Moriarty pianoforte; allievi canto, violoncello e pianoforte (USA); Moonshiners: Filippo Arletti voce, Giusy Durante voce, Paolo Gagliardini percussioni, Miriam Mazzanti voce, Maurizio Sgarbi chitarra elettrica, Antonio Torello basso acustico/contrabbasso, Giampiero Torello voce, Guido Vicenzi voce (Todi-Finale Emilia); Musica in Cammino MIC Band-DSM Asl Roma 2; Orchestra da Camera Conservatorio Popolare Ginevra (Svizzera); Pyrofenix: Alessandro Branda percussioni, Marco Novelli basso, Angelo Pompili chitarra, Matteo Rinaldi chitarra, Rachele Urbani voce (Umbria); Quintetto e Trio: Debora Bartolini soprano, Mariangela Campoccia soprano, Mary Lilljeqvist pianoforte, Carla Ottavi soprano, Clara Teatini mezzosoprano, Fabio Teatini baritono (Todi-Spoleto); Giulio Rondoni violoncello (Perugia); SCM Scuola Comunale Musica Todi e Marsciano, allievi del coro voci bianche, di pianoforte, clarinetto e musica d’insieme, docenti M° F. Andreucci, A. Boggi, R. Gambacorta, S. Giardino, M. Lazzeri, E. Leonardi, C. Ottavi; Stradabanda (Roma Testaccio); The Brassies: David Brizioli, Davide Biagini tromba, Fabrizio Calistroni, Mauro Basiglio tromba/flicorno, Catia Bertolini corno, Diego Lipparoni, Gianni Gernini trombone, Oscar Rossini Roscini, David Fiocchetti basso tuba (Todi-Marsciano); The Mind Bliss Studio yoga e Giulio Castrica chitarra (Todi); Giò Vescovi musicista/autore(Caserta)

Spazi:

Comune, Diocesi Orvieto-Todi, ETAB, Residenza Protetta Veralli-Cortesi.

Famiglie: Boschi, Carbonari, Chinea, Friggi, Frustagatti, Morena, Patalini, Pensi, Ribelli, Sbrenna, Spazzoni

 

(C.V.)

Foto-Tuttoggi.info (Carlo Vantaggioli)

share

Commenti

Stampa