Todi in festa alla Consolazione per la Natività della Vergine: il gran finale

Todi in festa alla Consolazione per la Natività della Vergine: il gran finale

E sabato il convegno sui segreti architettonici e simbolici del Tempio

share

Si chiude questa sera con lo spettacolo dei fuochi d’artificio la quattro giorni della festa della Natività della Vergine, che ha il suo fulcro intorno al Tempio della Consolazione. Ultima giornata ricca di appuntamenti all’interno del programma messo in campo dall’Etab. Il programma “Aspettando i Fuochi” è stato realizzato in collaborazione con l’Associazione Culturale “Cittadini Protagonisti Onlus”.

Dalle ore 15 è mercatino di prodotti filatelici con Annullo filatelico particolarmente dedicato al Tempio della Consolazione, ma anche alle emissioni filateliche su Leonardo Da Vinci in occasione della ricorrenza dei 500 anni dalla sua morte. Saranno emessi, in tiratura speciale e limitata, non più di 200 esemplari di cartoline (in due diversi esemplari raffiguranti le foto vincitrici dell’edizione 2018 di “Polvere di Stelle Sulla Consolazione” di Roberto Baglioni e Stefano Mencacci).

Dalle ore 16, sul prato della Consolazione, il gruppo di animazione “Be Happy Show” curerà l’animazione per bambini con giochi di gruppo, bolle di sapone giganti e truccabimbi.
Dalle ore 19 alle ore 20 si esibirà la Band emergente “Conse” il cui nome prende ispirazione proprio dall’affetto che lega due giovani tuderti al monumento simbolo di Todi.
Dalle ore 22,30 alle ore 2,00 sarà la volta del DJ SET: i migliori DJ umbri che si alterneranno alla Consolle per una serata, restando in tema di fuochi, “scintillante”.
Il concorso fotografico “Polvere di stelle sul Tempio della Consolazione”, giunto alla settima edizione, è stato riconfermato nel programma; il regolamento è visionabile sul sito web di ETAB e prelevabile presso l’ufficio informazioni turistiche del Comune di Todi.

Dopo la processione di sabato sera, con i fedeli che dalla Chiesa del Crocefisso hanno raggiunto il Tempio della Consolazione, oggi alle 18 la celebrazione della messa presieduta da mons. Benedetto Tuzia Vescovo di Orvieto–Todi.

E in serata il gran finale con lo spettacolo pirotecnico realizzato dalla storica società Gianvittorio, fondata a fine ‘800, con un’esperienza centenaria nel settore pirotecnico a livello internazionale.

All’interno delle iniziative per la festa della Natività della Vergine, sabato pomeriggio il Tempio di Santa Maria della Consolazione ha ospitato un interessante convegno sugli edifici religiosi cupolati a pianta centrale del Rinascimento. Dopo l’introduzione di Francesco Moschini, hanno portato il loro contributo Federico Bellini (che ha parlato dell’ideologia umanistica del tempio moderno), di Claudio Strinati (sull’opera di Raffaello Sanzio). Paolo Belardi ha insistito sul patrimonio dell’Umbria anche al di fuori del periodo medievale, invitando ad aprirsi alla modernità e ricordando il censimento fatto, che ha portato ad identificare nella regione 50 meravigliosi edifici di culto a pianta circolare. Degli “ordini e disordini” della Consolazione, cioè del progetto originario e delle modifiche che sono state apportate al Tempio, sia in fase di realizzazione che di restauro, ha parlato infine Paola Zampa.

 

 

 

share

Commenti

Stampa