TimCup/Ternana-Lecce 2-4 - Viola è una garanzia, bene i 'baby' - Difesa da rivedere - Tuttoggi

TimCup/Ternana-Lecce 2-4 – Viola è una garanzia, bene i 'baby' – Difesa da rivedere

Redazione

TimCup/Ternana-Lecce 2-4 – Viola è una garanzia, bene i 'baby' – Difesa da rivedere

Lun, 12/08/2013 - 11:34

Condividi su:


L'esordio stagionale al Liberati è amaro per la Ternana di Domenico Toscano; 4 gol presi dal Lecce (2 ai supplementari, ndr) ed eliminazione dalla Tim Cup al primo turno. Nonostante la sconfitta si possono cercare alcuni spunti di riflessione sulla prestazione dei rossoverdi, che hanno regalato sprazzi di bel gioco offuscati da momenti di distrazione difensiva. La prima considerazione riguarda la mancanza di un terminale offensivo di peso, una punta che la butta dentro per capirci, che possa concretizzare il volume di gioco e le occasioni a ripetizione create dalla Ternana: Avenatti è atteso con urgenza. Antenucci e Ceravolo sono giocatori di qualità, ma non sono prime punte. Probabilmente con un vero centravanti i rossoverdi non avrebbero avuto problemi a vincere la partita di ieri sera, ma quello che conta nel calcio è solo il campo, quindi lasciamo i condizionali da parte. Il campo ha detto che Viola è un ottimo giocatore: sostanza, qualità, tiro da fuori, geometria, personalità, fisico, insomma quello che serviva al centrocampo di Toscano. Zito è un esterno che può sostituire degnamente Vitale, mentre si è avuta la prova che i centrali sono ottimi come incursori in area avversaria (Farkas e Ferronetti sono andati a segno), ma meno attenti nella fase difensiva. Nei 4 gol subiti dalla Ternana ci sono evidenti responsabilità della retroguardia rossoverde, spesso ferma, non in linea, con il povero Brignoli, anche lui non sembrato al top, costretto agli straordinari. C'è tempo per rodare e oliare i meccanismi del reparto difensivo che può comunque contare su elementi di assoluto valore. Brilla il giovane Maiello a centrocampo. Giovanissimo, tanta tecnica e personalità al servizio della squadra, visto il suo sacrificio in fase difensiva. Ha impressionato anche l'altro baby, Russini, che ha avuto un buon impatto sulla gara, seminando il panico sulla corsia esterne degli avversari, costretti a ricorrere continuamente al fallo per fermare l'agile e tecnico rossoverde.
Tanta tecnica e qualità per la Ternana 2013, che dovranno essere disciplinate da mister Toscano che nei suoi ha già visto un pizzico di presunzione, peccato mortale nel calcio, specialmente in quello cadetto, dove esperienza e malizia spesso sono più importanti di gioco e qualità.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!