Terremoto, venerdì le scuole di Narni verranno riconsegnate agli studenti - Tuttoggi

Terremoto, venerdì le scuole di Narni verranno riconsegnate agli studenti

Redazione

Terremoto, venerdì le scuole di Narni verranno riconsegnate agli studenti

I lavori verranno ultimati come da programma prima delle fine delle vacanze | Un restyling da 95mila euro
Mar, 03/01/2017 - 12:42

Condividi su:


Terremoto, venerdì le scuole di Narni verranno riconsegnate agli studenti

Sono in fase di ultimazione i lavori del Comune di Narni su tutte le scuole del territorio. Lo ha annunciato stamattina il sindaco Francesco de Rebotti che aveva dato il via alla sistemazione e ulteriore messa a norma degli edifici dopo il sisma dei mesi scorsi e i sopralluoghi effettuati dai tecnici comunali insieme a vigili del fuoco e Regione. Il totale degli interventi ammonta a 95mila euro per sedici strutture tra centro storico, Scalo e frazioni. “I cantieri – fa sapere de Rebotti termineranno, come da programma, entro venerdì per consentire a tutte le scuole di riaprire senza problemi. Alcuni piccoli lavori proseguiranno anche la prossima settimana per via del fatto che alcune consegne non sono ancora arrivate ma questo non inficerà l’avvio regolare delle lezioni. I lavori – aggiunge il sindaco – erano stati messi in programma dopo i sopralluoghi che non avevano evidenziato problemi di sicurezza tali da mettere in pericolo gli edifici, e quindi studenti e insegnanti, tuttavia abbiamo deciso di eseguire alcuni miglioramenti proprio per innalzare ulteriormente il già buon livello di sicurezza delle nostre scuole”. Gli istituti interessati sono stati a Narni Centro la primaria “Garibaldi”, la secondaria “Umberto I” e l’asilo “Ape Maia”. Allo Scalo la primaria “Pertini”, l’asilo e la materna “Rodari”, la secondaria “Valli”. A Santa Lucia la primaria “Castellani” ·e la materna, a Capitone·la materna, così come alla La Quercia, a Gualdo la primaria a cvui si sono aggiujnte le materne di Schifanoia e Taizzano, la primafria di San Liberato e la materna di Montoro.


Condividi su:


Aggiungi un commento