Terni, si licenzia per diventare spacciatore / Arrestato dalla Polizia

Terni, si licenzia per diventare spacciatore / Arrestato dalla Polizia

share

Ventotto anni e un lavoro fisso, ma deve aver pensato che lo spaccio fosse attività più redditizi, così un giovane di origine marocchina, residente a Terni, ha  deciso di cambiare attività. Quando gli agenti della Squadra Antidroga hanno fatto irruzione all’alba in casa sua, hanno trovato più di 1.000 euro in banconote di piccolo taglio e tutto l’occorrente per confezionare le dosi di stupefacente da spacciare.
L’arresto, avvenuto martedì mattina, è stato disposto dal Giudice delle Indagini Preliminari, Maurizio Santoloci, in base alle prove raccolte durante le indagini della Polizia iniziate il mese scorso.
E’ dell’inizio di agosto, infatti, un grave episodio di overdose, in cui è rimasto coinvolto un ternano di 38 anni che deve la vita agli operatori del 118, intervenuti tempestivamente dopo la telefonata della Squadra Volante. In quei giorni, si erano verificati altri episodi simili, anche se meno gravi, per questo la IV Sezione della Squadra Mobile ha deciso di vederci chiaro.
Appostamenti, pedinamenti, controlli hanno portato ad individuare il giovane marocchino. Le indagini continuano per identificare eventuali altre persone coinvolte nello spaccio degli stupefacenti tagliati con sostanze che hanno causato tanti malori tra i consumatori.

share

Commenti

Stampa